Irlanda, Fmi vede grossi rischi su rimborso pacchetto aiuti

venerdì 17 dicembre 2010 16:58
 

DUBLINO, 17 dicembre (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale avverte che l'Irlanda è di fronte a rischi significativi che potrebbero influenzare la sua capacità di rimborsare il prestito di salvataggio.

Il Fondo prevede, inoltre, che il paese non riesca a raggiungere l'obiettivo di un deficit al 3% del Pil entro il 2015 e parla dell'eventualità di misure di bilancio aggiuntive nei prossimi anni.

Secondo le previsioni di Washington, il Pil irlandese segnerà una contrazione di 0,2% nel 2010, mentre tornerà alla crescita con un +0,9% nel 2011 e segnerà un'espansione media di 2,75% nel periodo 2012-2015.

Quanto alle finanze pubbliche, la previsione dell'Fmi indica un disavanzo irlandese di 5,1% nel 2014 e una discesa a 4,8% nel 2015.

L'organismo internazionale ha formulato le osservazioni in una relazione dello staff il giorno aver approvato il prestito di 22,5 miliardi di euro per l'Irlanda come parte del pacchetto di salvataggio complessivo da 85 miliardi di euro.

Il resto del piano di salvataggio, messo a punto dopo che la crisi bancaria ha portato l'ex "tigre celtica" in ginocchio, si completa con 45 miliardi di euro in arrivo dall'Europa e 17,5 miliardi di euro che derivano da Dublino.

"Ci sono rischi significativi che potrebbero influire sulla capacità dell'Irlanda di rimborsare il Fondo" ha detto il Fmi in un documento datato 8 dicembre che delinea una valutazione dei rischi a cui è soggetta Washington a causa di Dublino.

La minaccia di contagio derivante dall'Irlanda è significativa e Dublino deve ripristinare la stabilità finanziaria in modo da contenere questi rischi, dice ancora Washington. In particolare la crisi di liquidità che ha colpito le banche domestiche rimane la minaccia chiave per le finanze pubbliche dell'isola.

L'Irlanda si è impegnata a ristrutturare radicalmente le sue banche e ridurre drasticamente il deficit entro il 2015 al più tardi, per poter accedere ai finanziamenti.

Separatamente Ajay Chopra, vice direttore del Dipartimento Europeo del Fmi, ha detto che il prossimo governo irlandese non sarà in grado di rinegoziare il tasso di interesse del pacchetto di salvataggio. Chopra ha aggiunto che si dovrà vedere se l'Irlanda avrà bisogno di prendere misure aggiuntive nel 2013, 2014 o 2015.