PUNTO 1 - Accordo Ue su allungamento scadenze nuovi bond - bozza

venerdì 17 dicembre 2010 12:03
 

(aggiunge dettagli da documento su ristrutturazione debito)

BRUXELLES, 17 dicembre (Reuters) - I capi di Stato e di governo dei ventisette paesi Ue hanno raggiunto un accordo mirato a cercare di allungare la scadenza dei nuovi titoli di Stato.

Lo si legge in una bozza di comunicato del consiglio ottenuta da Reuters.

"I paesi membri si sforzeranno nel medio termine di allungare la scadenza della nuova offerta di titoli di Stato, in modo da evitare che si creino picchi nelle necessità di raccolta" dice il documento.

Il documento conferma poi che con il nuovo meccanismo permanente di risoluzione delle crisi che verrà introdotto a metà 2013 sarà possibile che il settore privato, come chiede Berlino, partecipi ai costi di salvataggio in caso di ristrutturazione del debito sovrano.

Tutte le emissioni di titoli di Stato dei paesi dell'unione monetaria a partire da giugno 2013 saranno inoltre accompagnate da una clausola di azione collettiva (Cac) che consente a una determinata maggioranza di obbligazionisti imporsi sulle richieste della minoranza in caso di ristrutturazione di emittenti sovrani.

"In caso il debitore non sia in grado di pagare, si permette in questo modo ai creditori di approvare a maggioranza qualificata decisioni vincolanti dal punto di vista legale sulle modifiche dei termini di rimborso" si legge nel documento, secondo cui le clausole seguiranno il modello di quelle attualmente applicate in Usa e Regno Unito.

Non viene però specificata la soglia di una tale maggioranza.

Il documento conferma infine che qualsiasi ristrutturazione del debito avverrebbe in linea alle procedure applicate attualmente dal Fondo monetario internazionale.