Eurobond, non possono passare ora, ci vuole tempo - Berlusconi

venerdì 17 dicembre 2010 07:33
 

BRUXELLES, 17 dicembre (Reuters) - L'idea di emissioni di debito comuni "non può passare subito" perché richiede tempo per essere accolta da tutti i Governi della Zona euro.

Lo ha detto ieri a tarda notte il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, conversando con i cronisti al termine della prima giornata del Consiglio europeo a Bruxelles.

"Abbiamo parlato di Eurobond. È un'idea che non può passare subito. Ci vuole tempo per convincere chi l'ha sentita per la prima volta e ne deve apprezzare la valenza", ha detto Berlusconi.

I cosiddetti Eurobond avrebbero il pregio, secondo alcuni analisti, di rappresentare un deterrente efficace alla speculazione contro singoli Stati. L'idea non piace però alla cancelliera tedesca Angela Merkel: perchè la Germania sostiene che farebbero salire i suoi costi di indebitamento e potrebbero ridurre gli incentivi alla disciplina di bilancio dei Paesi con le finanze pubbliche meno solide.

Obiezioni respinte dal capo del governo italiano, che dice: "Io li comprerei subito al posto dei titoli di un singolo Paese. È l'Europa che dà la garanzia".

"C'è l'opposizione della Merkel ma molti altri sono interessati, anche perché l'Europa deve solo dare le garanzie, i soldi li mettono i privati", ha continuato Berlusconi.