Fmi, Strauss-Kahn preoccupato da contagio in Ue ma non per euro

giovedì 16 dicembre 2010 18:57
 

WASHINGTON, 16 dicembre (Reuters) - Il direttore generale del Fondo monetario internazionale, Dominique Strauss Kahn, si è detto preoccupato del possibile effetto di contagio in Europa.

In un'intervista a Thomson Reuters, Strauss Kahn ha affermato però anche di non essere affatto preoccupato della sopravvivenza della moneta unica.

"E' una divisa forte che negli ultimi dieci anni si è comportata meglio del marco tedesco nel decennio precedente. Vedo numerose ragioni per cui nella zona euro possano esserci problemi di crescita, disoccupazione, o anche, al di là della disoccupazione, problemi sociali... ma ciò non significa affatto che veda una minaccia per l'euro", ha commentato.

"Ogni soluzione che non sia l'euro sarebbe peggiorativa per i membri della zona euro". Per quanto riguarda invece le prospettive di crescita, il numero uno dell'Fmi ha sottolineato le incertezze esistenti a livello globale aggiungendo che "le cattive notizie arrivano dal Sud Europa, dove la crescita è fiacca".

"La ripresa è decisamente diseguale. A seconda di dove si guarda si trovano situazioni differenti".