PUNTO 1-Premafin,ok UniCredit a riscadenziamento,no consorzio-AD

mercoledì 15 dicembre 2010 18:29
 

(aggiunge background)

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Il Cda di UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) ieri ha dato il via libera al riscadenziamento del debito Premafin PRAI.MI, ma Piazza Cordusio, alle condizioni attuali, non intende prendere parte al consorzio per l'aumento di capitale della holding della famiglia Ligresti.

Lo ha confermato l'AD Federico Ghizzoni a margine di un evento a Roma.

"Sì, confermo tutto quello che c'è scritto sui giornali", ha detto Ghizzoni.

Ieri una fonte vicina alla situazione ha riferito che il Cda di UniCredit ha dato il via libera al piano di riscadenziamento del debito Premafin e che Piazza Cordusio non parteciperà alle condizioni attuali al consorzio per l'aumento di capitale.

L'aumento di capitale di Premafin - fino a 225,7 milioni di euro - servirà a far entrare nell'azionariato i francesi di Groupama con circa il 17% mediante l'acquisto di parte dei diritti di opzione spettanti alle holding della famiglia Ligresti.

Credit Suisse CSGN.VX si occuperà della costituzione del consorzio delle banche a garanzia dell'aumento.

Premafin terrà l'assemblea straordinaria per la delibera sull'aumento di capitale il 13 e il 25 gennaio, rispettivamente in prima e seconda convocazione.   Continua...