MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 16 dicembre

giovedì 16 dicembre 2010 07:39
 

* In un'intervista al 'Corriere della Sera' il presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker dice di non vedere "dal punto di vista politico-finanziario alcun motivo perché l'Italia possa venire punita dai mercati". Elaborata insieme a Tremonti, aggiunge Juncker, la proposta di emissioni di debito congiunte a livello di zona euro è una "risposta sistemica" che "andrà molto lontano", per quanto al momento manchino le condizioni politiche sufficienti

* Si apre a Bruxelles il Consiglio europeo - cui partecipa Berlusconi - sullo sfondo di un mercato ancora concentrato sui problemi del debito all'interno della zona euro, con attenzione particolare a paesi come Portogallo e Spagna. In cima all'agenda la creazione del meccanismo permanente di salvataggio che andrà a sostutuire l'attuale fondo Esfs quando arriverà a scadenza a metà 2013. Angela Merkel ha dichiarato ieri di aspettarsi il raggiungimento di un accordo a livello europe entro domani. Tra gli altri temi in discussione anche la riforma del Patto di stabilità. A margine del vertice è in programma anche la riunione straordinaria Ecofin per l'approvazione del bilancio Ue

* Giornata ricca sul fronte economico, a partire dal dato finale Istat sui prezzi al consumo in Italia in novembre, che dovrebbe confermare la prima lettura (invariato su mese, +1,7% su anno). Focus poi sulle stime flash relative agli indici Pmi (manifatturiero, servizi e composito) di dicembre per Francia, Germania e zona euro. Per quest'ultima è atteso un indice composito invariato a quota 55,4 punti. Negli Usa, oltre ai dati edilizi e alle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, l'attenzione si concentrerà sul saldo delle partite correnti del terzo trimestre: le stime indicano un allargamento del deficit a 126 miliardi di dollari dai 123,2 del secondo trimestre

* Sul mercato primario occhi puntati sulle due aste spagnole a lungo termine (2-3 miliardi sulle scadenze 10 e 15 anni), soprattutto dopo che Moody's ha messo ieri sotto osservazione il rating 'Aa1' del paese per un possibile taglio. L'agenzia ha spiegato che un eventuale ricorso di Madrid agli aiuti europei non rappresenta lo scenario pricipale ma l'ipotesi non può essere esclusa. Ieri rendimenti quasi raddoppiati (al 3,403% dall'1,818%) nell'asta portoghese a 3 mesi

* Sul mercato dei cambi poco mosso in area 1,32 il cross dell'euro/dollaro, in vista di evoluzioni dalla riunione dei capi di Stato e di governo. Il dibattito dei leader Ue sulla creazione di un meccanismo permamente per la prevenzione delle crisi potrebbe secondo gli operatori far tornare la valuta unica a 1,33 dollari   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 16 dicembre | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,415.74
    +0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,638.73
    +0.46%
  • Euronext 100
    1,028.02
    +0.34%