PUNTO2-Spagna,Moody's mette sotto revisione rating per downgrade

mercoledì 15 dicembre 2010 11:37
 

(aggiunge altri commenti analista dal terzo/quarto paragrafo)

MILANO, 15 dicembre (Reuters) - Moody's Investors Service ha messo sotto revisione il rating della Spagna di 'Aa1 per un possibile downgrade'.

L'agenzia di rating, che aveva già ridotto di un notch il rating della Spagna lo scorso settembre, cita tra le prime ragioni che l'ha portata alla decisione la vulnerabilità della Spagna nel raccogliere fondi vista l'alta necessità di rifinanziamento del prossimo anno. Vulnerabilità - precisa l'agenzia - amplificata dalla fragile fiducia del mercato.

L'agenzia sottolinea poi di non aspettarsi che Madrid abbia bisogno di chiedere un aiuto all'Unione europea come hanno fatto Grecia e Irlanda sebbene non lo escluda.

"Moody's non ritiene che la solvibilità della Spagna sia a rischio e nella sua ipotesi di scenario di base non si aspetta che il governo spagnolo debba chiedere il supporto di liquidità EFSF" ha detto il capo analista di Moody's sulla Spagna Kathrin Muehlbronner. Lo stesso analista ha precisato successivamente, contattato al telefono da Reuters: "Non lo escludiamo completamente, ma non è nello scenario di base".

"Riteniamo che il governo sia sulla strada per raggiungere i suoi obbiettivi di budget e sono relativamente fiducioso del fatto che portertà il deficit in calo al 6% l'anno prossimo" ha detto. Sempre che il governo aumenti ulteriormente le misure fiscali.

A pesare sulla decisione di oggi dell'agenzia c'è anche il fatto - dice la nota - che il debito spagnolo potrebbe crescere a causa della ricapitalizzazione del settore bancario, rilevatosi superiore al previsto finora, sia per soddisfare svalutazioni superiori al previsto o semplicemente per mantenere la fiducia dei mercati.

Infine Moody's cita le crescenti preoccupazioni circa l'abilità del governo spagnolo a raggiungere il richiesto miglioramento sostenibile e strutturale nella gestione delle finanze in generale, visti i limiti del controllo da parte del governo centrale sulle finanze di governi regionali.

L'euro ha esteso le perdite a -0,5% dopo la decione di Moody's e quota 1,3309/10 contro il dollaro.