PUNTO 1-Bce,prima contro, ora non ha posizione su E-bond-Trichet

martedì 14 dicembre 2010 13:50
 

(aggiunge dichiarazioni e background)

FRANCOFORTE, 14 dicembre (Reuters) - Il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet, ha chiarito che, la Bce, prima contraria, ora non ha una nuova posizione sulla possibilità che i paesi della zona euro effettuino emissioni obbligazionarie congiunte, i cosiddetti E-bond.

Per quanto riguarda il fondo di salvataggio della zona euro, l'Efsf, Trichet consiglia la massima flessibilità per quanto riguarda sia la capienza sia il suo utilizzo.

"Sull'Efsf posso dire che chiediamo la massima flessibilità e direi la massima capacità sia in termini quantitativi, sia qualitativi", ha detto Trichet partecipando ieri in tarda sera a un evento del club della stampa internazionale di Francoforte. I contenuti del discorso del banchiere centrale sono stati resi noti solo oggi.

Gli analisti notano che eventuali salvataggi di Spagna e Portogallo, a seguire il sostegno finanziario deciso per l'Irlanda, ridurrebbero in modo significativo le attuali risorse del fondo pari a 440 miliardi di euro. Una fonte di una banca centrale della zona euro ha detto a Reuters settimana scorsa che la Bce vorrebbe un raddoppio della dotazione dell'Efsf.

All'evento di ieri sera, Trichet ha ribadito che la Bce non è soddisfatta della riforma del Patto di stabilità europeo, dicendo che la ritiene poco ambiziosa.

A una domanda sull'idea di emissioni comuni della zona euro rilanciata settimana scorsa dal ministro dell'Economia italiano, Giulio Tremonti, e dal presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, Trichet ha premesso "siamo in un periodo in cui è molto importante comunicare più chiaramente possibile".

Alcuni membri del consiglio governativo della Bce, incluso Juergen Stark, hanno fatto dichiarazioni contro la proposta dell'E-bond.   Continua...