Btp contrastati, tasso Bot annuali supera 2% in asta ben coperta

venerdì 10 dicembre 2010 12:40
 

 MILANO, 10 dicembre (Reuters) - I benchmark Btp si muovono
intorno a metà seduta in territorio prevalentemente negativo
insieme al resto dei periferici europei. Sullo sfondo,
investitori poco propensi all'acquisto di asset più rischiosi
dei mercati 'core', come dimostra anche il risultato dell'ultima
asta Bot.
 In un collocamento secondo un operatore "ottimamente
coperto" - 2,001 da 2,092 di metà novembre il rapporto tra
domanda e offerta - il Buono 15 dicembre 2011 è stato assegnato
al rendimento medio di 2,014%, record da dicembre 2008, rispetto
a 1,778% del mese scorso sul titolo novembre 2011.
 Da metà ottobre a questa parte il tasso sul comparto annuale
mostra così una risalita di oltre mezzo punto, risentendo
secondo gli addetti ai lavori del clima di speculazione che
aumenta con l'avvicinarsi di fine anno.
 "Quello del due per cento è un livello psicologico... non
credo il Tesoro possa essere soddisfatto di un valore davvero
non coerente con l'emittente" spiega un operatore, secondo cui
già con l'asta di gennaio si dovrebbe tornare al di sotto di
quella soglia.
 Tra scambi dai volumi sottili che accentuano la volatilità
dei prezzi, il comportamento del mercato nei confronti del nuovo
collocamento italiano - unica offerta ancora a valuta 2010 per
un importo inferiore alla metà di quello in scadenza - va
comunque ritenuto sostanzialmente positivo.
 "Sul mercato grigio il titolo è sceso prima dell'asta e sta
tenendo dopo: la strategia del ministero è irreprensibile ma il
risultato risente del momento poco favorevole a qualsiasi carta
non sia tedesca" aggiunge l'operatore.
 Cartina di tornasole per misurare la propensione del mercato
a sottoscrivere titoli italiani, il differenziale di rendimento
tra il Btp marzo 2021 e l'equivalente Bund decennale si porta in
area 162 centesimi, quattro oltre la chiusura precedente.
 E' intanto in corso a Friburgo l'ennesimo bilaterale tra
Germania e Francia in vista del vertice Ue della prossima
settimana in cui si tornerà a dibattere del meccanismo
permanente di gestione delle crisi.
 Istat ha nel frattempo fornito una lettura migliorativa dei
numeri sulla crescita economica del terzo trimestre, portando il
progresso congiunturale da 0,2% a 0,3% grazie a un inatteso
exploit dei consumi.
 
=========================== 12,30 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO 11FGBLc1      124,99  (+0,04) 
FUTURES BTP MARZO 11 FBTPH1      110,69  (-0,17) 
BTP 2 ANNI (DIC 12) IT2YT=RR *    99,06  (-0,03)      2,492%
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    93,78  (-0,22)      4,567%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    96,33  (-0,35)      5,313%
* prezzo e rendimento da schermi Reuters in assenza di scambi Mts
======================== SPREAD (PB) =========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        28                 33
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       146                144
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       162                159
-livelli minimo/massimo            159,4-164,5      152,4-159,7
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      162                158
-livelli minimo/massimo           159,9-170,3       156,1-160,2
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       1xx                188 
BTP 2/10 ANNI                         n.d.               104,8 
BTP 10/30 ANNI                        74,6                78,4
===============================================================