Tremonti difende proposta E-bond, non implica modifica trattati

martedì 7 dicembre 2010 14:16
 

BRUXELLES, 7 dicembre (Reuters) - Giulio Tremonti difende la proposta di emettere bond europei lanciata dalle pagine del Financial Times insieme al lussemburghese Jean-Claude Juncker ed esprime disaccordo rispetto alla tesi tedesca che per queste emissioni sia necessaria una modifica dei Trattati.

In conferenza stampa a Bruxelles al termine dell'Ecofin, il ministro del Tesoro si dice infatti convinto che "la proposta sugli E-bond andra' lontano" e aggiunge che "procedere per risolvere la crisi della zona euro paese per paese non e' sufficiente, serve una proposta europea".

In polemica con il cancelliere Angela Merker e con il suo ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, Tremonti ribadisce ai giornalisti che "la proposta degli E-bond per noi non implica una modifica dei Trattati".

Tremonti ha anche ricordato che il Commissario Ue Olli Rehn sarà a Roma davanti a una Commissione della Camera venerdi' prossimo.