Legge Stabilità, serve manovra da 45 mld su debito - Pd

martedì 7 dicembre 2010 13:29
 

ROMA, 7 dicembre (Reuters) - L'Italia dovrà mettere a punto una manovra sui conti pubblici da 45 miliardi di euro, dice la presidente dei senatori Pd Anna Finocchiaro.

"Berlusconi non dice la verità. La verità è che ci sarà bisogno di sacrifici per ridurre il debito pubblico. Credo che avremo bisogno di una manovra aggiuntiva. Avremo la necessità di rientrare di 45 miliardi per onorare gli impegni in sede europea", dice la Finocchiaro conversando con i cronisti a margine dei lavori in aula sulla legge di Stabilità.

L'esponente del Pd si riferisce all'ipotesi di riformare il Patto di stabilità europeo per introdurre un criterio numerico di riduzione annua del debito pubblico.

La proposta lanciata dalla Commissione europea prevede una correzione pari a un ventesimo l'anno per la quota di debito che eccede il 60% del Pil.

Per l'Italia, che stima nel 2010 un rapporto debito/Pil al 118,5% (1.842,269 miliardi in valore assoluto), la manovra ammonterebbe a circa 45,5 miliardi.

In ogni caso è tutto da vedere se i Capi di Stato e di governo ratificheranno la proposta. E anche se fosse, la riforma avrebbe effetto dal 2013, mentre la correzione pari a un ventesimo dovrebbe essere applicata dal 2016.