Usa, Tesoro vende quota e esce da Citigroup, utile lordo 12 mld

martedì 7 dicembre 2010 09:09
 

WASHINGTON, 7 dicembre (Reuters) - Il governo Usa ha venduto quota che ancora possedeva in Citigroup (C.N: Quotazione) a 4,35 dollari per azione uscendo in questo modo dal capitale del colosso bancario salvato realizzando un utile lordo di 12 miliardi dollari.

Il Tesoro Usa ricaverà 10,5 miliardi dollari dai proventi di un'offerta pubblica di 2,4 miliardi di azioni delle banca annunciata poche ore fa, ad un prezzo di 10 centesimi al di sotto del prezzo di chiusura di 4,45 dollari al New York Stock Exchange.

"Con la vendita di tutte le rimanenti azioni Citigroup oggi, abbiamo avuto la possibilità di realizzare notevoli profitti per i contribuenti ed evitare un rischio futuro", ha detto Tim Massad, assistente al segretario del Tesoro Usa per la stabilità finanziaria.

"Con questa operazione, abbiamo anticipato i nostri obiettivi di recupero dei fondi Tarp, proteggendo i contribuenti e facendo uscire il governo dall'attività di detenzione di partecipazioni in aziende private", ha aggiunto Massad.

Il Tesoro ha investito un totale di 45 miliardi dollari per salvare Citigroup nel 2008 e nel 2009 durante la crisi finanziaria.

L'istituto ha rimborsato 20 miliardi di dollari in azioni privilegiate, mentre altri 25 miliardi sono state convertite in 7,7 miliardi di azioni ordinarie detenute dal Tesoro che già lo scorso anno era sceso dal 27% ad una quota sotto il 7% attraverso operazioni di vendite controllate sul mercato.

Il Tesoro ha spiegato che la stima di un utile cumulato di 12 miliardi di dollari rispetto alla cifra di 45 miliardi spesi per il salvataggio includono i profitti realizzati dalla vendita di titoli ordinari per circa 6,85 miliardi, interessi e dividendi per 2,9 miliardi e 2,2 miliardi relativi ai 'trust preferred securities' ricevuti come garanzie su un pacchetto di asset di Citigroup.

Il Tesoro è riuscito ad ottenere un prezzo medio di 4,14 dollari per ognuno dei 7,7 miliardi di titoli Citigroup venduti, rispetto ai 3,25 dollari del tasso di conversione con il quale aveva ricevuto i titoli.

La vendita conclusa oggi tuttavia non scioglie del tutto i legami tra il governo e la banca in quanto il Tesoro continuerà e detenere warrant legati ai titoli emessi nell'ambito del salvataggio.

Questi warrant potranno essere riacquistati da Citigroup o venduti in un'asta separata per ottenere utili addizionali.