MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 3 dicembre

venerdì 3 dicembre 2010 07:40
 

* In un'intervista a La Stampa di oggi, il direttore esecutivo del Fmi per l'Italia, Arrigo Sadun ha detto che l'euro non è assolutamente in pericolo escludendo la sua fine o un'uscita dell'Italia. Secondo Sadun non è "nè possibile nè probabile". Il direttore esecutivo Fmi ha inoltre detto -- facendo riferimento alla Spagna -- che si è capito che esistono delle entità "too big to fail" dopo l'esperienza del fallimento di Lehman e che nel caso l'Fmi si doterebbe di risorse aggiuntive.

* Il giorno dopo la conferenza stampa di Trichet che ha confermato il proseguimento del programma di acquisto bond della Bce sul mercato, con parallela sterilizzazione, e ha rinviato il termine delle caratteristiche straordinarie dei finanzimanti a tre mesi, il presidente della Bce torna a parlare stamane. I mercati, già in miglioramento da mercoledì, hanno confermato il trend anche dopo le parole di Trichet, nonostante l'assenza di ulteriori misure di sostegno.

* L'indice Pmi della Cina per il settore dei servizi ha visto in novembre una discesa al livello più basso degli ultimo nove mesi, sebbene sia ancora su un livello di espansione a 53,2 dal 60,5 del mese precedente.

La Cina - secondo alcune fonti - sta considerando investimenti fino a 1.500 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni per sette gruppi di industrie strategiche, un programma volto ad accelerare la transizione del paese da un fornitore di prodotti a basso costo a leader di prodotti ad alto valore tecnologico.

Inoltre la Cina - secondo il leader del Partito Comunista - passerà a una politica monetaria prudente da una moderatamente espansiva.

* Dal lato macro in agenda oggi gli indici Pmi per il settore dei servizi. Dopo la forza mostrata dal settore manifatturiero in buona parte dei paesi della zona euro, il settore dei servizi è visto anch'esso per lo più mantenersi sul lato dell'espansione. Per la zona euro è attesa una lettura di novembre a 55,2 stabile da ottobre. Per l'Italia è attesa a 51,4 da 51.   Continua...