Portogallo, rating sotto osservazione, Socrates nega pressioni

mercoledì 1 dicembre 2010 07:57
 

LISBONA, 1 dicembre (Reuters) - Mentre Standard & Poor' avverte che il rating del Portogallo potrebbe venire tagliato, il premier Jose Socrates interviene per negare che esistano pressioni sul paese affinchè richieda gli aiuti dell'Eu e del Fmi.

"Non abbiamo bisogno di alcun aiuto, faremo da soli" ha detto ieri notte Socrates aggiungendo che l'aumento dei costi di indebitamento è un problema che attualmente riguarda diversi paesi.

"Non ci sono pressioni" ha aggiunto il premier, il cui governo ha varato la settimana scorsa il proprio piano di austerità con aumenti delle tasse e tagli ai salari pubblici.

Intanto S&P ha messo in 'creditwatch negativo' il Portogallo, sul cui rating - ha spiegato - potrebbero pesare prospettive di crescita in ulterore indebolimento o la subordinazione dei creditori privati a quelli pubblici in un eventuale programma di aiuto finanziario.

La decisione sul rating, attualmente ad A-, arriverà entro tre mesi, ha spiegato S&P aggiungendo che il rating del paese rimarrà 'investment grade' anche dopo l'eventuale taglio.