Banca Giappone consapevole dei rischi ma giudizio invariato

lunedì 29 novembre 2010 08:30
 

NAGOYA, 29 novembre (Reuters) - I rischi per l'economia giapponese continuano a essere sostanzialmente bilanciati. A dirlo è il governatore di Banca del Giappone, Masaaki Shirakawa, che pure si dice consapevole della minaccia di un rallentamento economico negli Stati Uniti e in Europa.

"Nel complesso nell'outlook di ottobre abbiamo giudicato che i rischi (al rialzo o al ribasso) per l'economia siano sostanzialmente bilanciati", ha detto Shirakawa.

"Compiremo un'altra valutazione nella riunione (del 20-21 dicembre) sulla base dei nuovi dati. Al momento, non sento la necessità di mutare in maniera significativa il nostro giudizio sul fatto che i rischi per l'economia siano sostanzialmente bilanciati".

"Siamo consapevoli della possibilità che l'economia giapponese possa contrarsi in ottobre-dicembre ma le nostre stime (di crescita per l'intero anno) restano quelle annunciate nell'outlook di ottobre. Dobbiamo evitare una situazione in cui perdiamo flessibilità nella conduzione della politica monetaria perché ci concentriamo su date stime economiche".

Shirakawa ha detto poi che il programma di acquisti di titoli portato avanti da Banca del Giappone si sta rivelando efficace nel contrastare le pressioni al rialzo sui tassi che derivano dai movimenti in atto sui tassi Usa.

"Gli acquisti di bond di Banca del Giappone stanno avendo gli effetti desiderati", ha commentato Shirakawa.

"I tassi giapponesi a lungo termine sono un po' saliti, a riflesso dei movimenti dei tassi Usa a lungo... Tuttavia i tassi a termine, Tibor o Libor, sono scesi e gli spread tra i tassi dei titoli di Stato e i bond corporate sono calati. Gli effetti del programma di acquisti di asset della Banca del Giappone pertanto sono visibili nei tassi a lungo negli spread sui bond, così come negli aumenti dei real estate investment trust". Banca del Giappone valuterà se proseguire o meno con gli acquisti di bond.

"Se valuteremo che gli effetti prodotti sono superiori agli svantaggi e se la situazione economica si rivelerà più severa di quanto immaginato ... considereremo tra le opzioni un aumento degli acquisti".