PUNTO 2 - Sud, Berlusconi promette 100 mld, si parte da 16 mld

venerdì 26 novembre 2010 15:54
 

(Aggiunge dettagli su decreto legislativo a paragrafo dieci)

ROMA, 26 novembre (Reuters) - La dote iniziale che il governo vuole mettere sul piatto per rilanciare il Sud ammonta a 16 miliardi di euro ma tra fondi già a bilancio da riprogrammare e nuovi stanziamenti europei si potrà arrivare anche a circa 100 miliardi.

Lo hanno spiegato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

"Abbiamo definito il Piano per il Sud che si sostanzia su cifre veramente rilevanti", ha prima detto Berlusconi senza fornire dettagli.

Su insistenza dei cronisti Fitto ha aggiunto: "La delibera del Cipe prosegue il lavoro di ricognizione sui 16 miliardi della precedente delibera di luglio e indica, con lo sblocco dei piani attuativi regionali, dei programmi del Fondo aree sottoutilizzate, una cifra che si sviluppa intorno ai 24 miliardi di euro. A questi si aggiungono i fondi europei", ha detto Fitto.

Berlusconi a quel punto ha detto che i fondi complessivi potranno arrivare nel tempo a "200.000 miliardi di vecchie lire", pari a circa 100 miliardi di euro.

Anche il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ha parlato di "risorse finanziarie di grande rilevanza e di crescente rilevanza" e ha aggiunto che "i trasferimenti europei nei prossimi anni sono in salita e non in discesa".

"Il problema del Sud non è nella quantità dei capitali ma nel loro utilizzo. In alcuni casi le risorse vengono utilizzate male e in altri non vengono proprio utilizzate", ha aggiunto Tremonti.   Continua...