Portogallo, Ue non al corrente di alcuna pressione per aiuti

venerdì 26 novembre 2010 10:39
 

BRUXELLES, 26 novembre (Reuters) - La Commissione europea non è al corrente si stia esercitando alcuna pressione sul Portogallo perché accetti aiuti dall'esterno e ritiene che Lisbona abbia preso i provvedimenti adeguati a far fronte ai problemi dei conti pubblici.

Lo dice un portavoce dell'esecutivo ue.

"Non sono a conoscenza di alcun colloquio in cui si stia premendo perché Lisbona accetti gli aiuti" spiega Amadeu Altafaj.

Il portavoce ripete poi che la sitiazione portoghese non è paragonabile a quella irlandese.

"Il Portogallo ha approvato una manovra ambiziosa, che contiene le misure per far fronte alla situazione. Si trova in una posizione diversa e ha un sistema bancario relativamente in buona salute" aggiunge.

Simile la smentita del ministero delle Finanze tedesco, che nega Berlino stia premendo perché il Portogallo ricorra agli aiuti come scrive invece oggi il 'Financial Times Deutscheland'.