Italia, costo debito "perfettamente" in linea con stime-Cannata

giovedì 25 novembre 2010 18:49
 

ROMA, 25 novembre (Reuters) - Maria Cannata, responsabile della gestione del debito italiano, non vede ripercussioni sui conti pubblici italiani dal recente rialzo dei rendimenti sui titoli di Stato italiano alimentato anche dalla crisi irlandese. "Noi abbiamo fatto le stime sulla spesa per interessi sul 2011 prendendo a riferimento i tassi forward che già inglobavano l'aumento dei tassi visto in questi giorni. Siamo perfettamente in linea", ha detto Cannata a margine di un convegno a Roma.

"Le aste di oggi sono andate benissimo. Non ci sono tensioni particolari sul debito italiano, c'è solo un nervosismo generalizzato".

Il funzionario del Tesoro ha detto che nel 2011 l'Italia conta di "fare emissioni a medio-lungo per circa 240 miliardi vale a dire circa 20 miliardi in meno rispetto al 2010, per un totale di 480 miliardi" di titoli di Stato.

Cannata ha escluso altre operazione di buy back per l'anno in corso e non vede i presupposti per un benchmark a 50 anni.

Il conto di tesoreria nel 2010 dovrebbe chiudere con un attivo di 30 miliardi, ha detto ancora Cannata.