25 novembre 2010 / 17:38 / tra 7 anni

PUNTO 1-Banca Sud, offerta 120-140 mln per Mediocredito da Poste

(aggiunge citazioni e background)

di Francesca Landini

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Saranno le Poste Italiane a formalizzare martedì prossimo l‘offerta di acquisto di Mediocredito Centrale a Unicredit (CRDI.MI) per far partire il progetto Banca del Mezzogiorno.

Lo ha detto a Reuters una fonte vicina all‘operazione dopo che stamane alcuni partecipanti alla riunione del governo sul piano per il Mezzogiorno avevano riferito di un annuncio da parte del ministro dell‘Economia Giulio Tremonti in merito all‘arrivo martedì di una proposta di acquisto per la società di Unicredit.

“Martedì Poste Italiane presenteranno la propria offerta per acquisire Mediocredito Centrale [...] L‘ammontare dell‘operazione sarà intorno a 120-140 milioni di euro”, ha riferito la fonte.

“Una volta presentata un‘offerta vincolante, l‘acquisizione di Mediocredito da parte di Poste si dovrebbe concludere in tempi brevi, intorno a una decina di giorni”.

Una volta acquisito, Mediocredito diventerà l‘embrione della Banca del Mezzogiorno e il progetto sarà aperto alla partecipazione dei soggetti bancari interessati.

“Il mondo delle banche del credito cooperativo, come pure le banche popolari si sono dette interessate e potranno far parte del progetto”, riferisce la fonte.

A metà settembre, Iccrea Holding aveva manifestato il proprio interesse per Mediocredito insieme alle Poste e le due istituzioni avevano aperto un processo di due diligence sulla società attiva nel credito agevolato e nel project-financing per verificare che possedesse le caratteristiche utili alla creazione della Banca del Mezzogiorno.

Diversamente da quanto indicato due mesi e mezzo fa, nel nuovo scenario che sta prendendo corpo saranno le Poste a essere in prima linea nella fase iniziale del progetto per la Banca del Mezzogiorno e le banche di credito cooperativo avranno un ruolo attivo nel progetto successivamente.

Altra novità, rispetto a settembre, l‘iniziativa di sostegno alle imprese del Sud dovrebbe vedere anche la partecipazione delle banche popolari.

Il progetto sponsorizzato dal ministero dell‘Economia è finalizzato a creare una banca di secondo livello, priva di sportelli, che crei un network tra gli uffici postali e gli istituti di credito interessati e già presenti al Sud. Questa rete dovrebbe fornire sostegno alle piccole e medie imprese del Mezzogiorno attraverso la canalizzazione di credito agevolato e la consulenza per lo sviluppo.

Secondo il piano di rilancio del Sud presentato oggi dal governo il Fondo centrale di garanzia, il cui gestore è attualmente Mediocredito, dovrebbe estendere la propria operatività alla concessione di garanzie a portafogli di crediti.

Nessun commento finora da Poste, Iccrea Holding e Federcasse.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below