Italia, debito non a rischio, fine euro è fantascienza - Cannata

lunedì 22 novembre 2010 08:22
 

MILANO, 22 novembre (Reuters) - Il debito italiano non è a rischio e il mercato continua a confermarlo, mentre l'estinzione della moneta unica è pura fantascienza. È quanto dice Maria Cannata, responsabile della gestione del debito italiano, in un'intervista a Repubblica.

"È il mercato a darci continuamente delle rassicurazioni", dice Cannata a proposito della sua "serenità" sul debito pubblico italiano.

"All'Italia non rimane che andare avanti col programma in atto da anni per l'allungamento della durata del debito e l'affinamento dei metodi che ci consentono di risparmiare sui costi" dice.

Sulla specificità italiana, la responsabile della gestione del debito italiano ricorda che il sistema bancario italiano ha dimostrato di essere più solido di quello di altri paesi anche per via di una normativa più severa della Banca d'Italia.

L'ipotesi di un crollo dell'euro è poi definita da Maria Cannata "fantascientifica" dato che "un piano B non esiste, e non esiste nemmeno per la Germania".

Cannata ammette infine che il perdurare di una simile situazione d'incertezza avrà ripercussioni sulla spesa per interessi.