Wind riduce size bond 2 tranche a 2,7 mld euro,alza loan a 2 mld

giovedì 18 novembre 2010 14:40
 

MILANO, 18 novembre - Wind, azienda italiana di telecomunicazioni che fa capo alla Weather Investments della famiglia Sawiris, ha ridotto la dimensione del programmato bond ad alto rendimento e aumentato invece quella del prestito, vista la forte domanda su quest'ultimo, il che riduce il costo del debito per l'azienda.

Lo dicono a Reuters fonti vicine all'operazione.

La società ora ha intenzione di raccogliere 2,7 miliardi in controvalore euro con il bond a doppia tranche in euro e dollari, invece dei previsti 3,2 miliardi.

Parallelamente ha aumentato a 2 miliardi, dai precedenti 1,5 miliardi, il prestito bancario (di tipo B).

"La domanda è stata decisamente superiore per il loan .. e quindi stiamo cercando di andare incontro alle esigenze degli investitori" dice una delle fonti. "Per altro per l'azienda è anche più conveniente in termini di costi".

I libri per la raccolta ordini chiuderanno alle ore 17,00 italiane.

I rendimentI indicato sia per il bond sia per il prestito restano uguali, aggiungono le fonti.

Per la tranche in euro del bond è indicato un rendimento nell'area del 7,5%, mentre per la tranche in dollari è a 7,25-7,5%. I bond hanno entrambi scadenza febbraio 2018 e sono callable dopo tre annni. Il rating è di 'Ba2', 'BB-' e 'BB+' rispettivamente per Moody', S&P's e Fitch..

Per il prestito è indicato un rendimento pari a 450 punti base sopra il tasso euribor trimestrale. Questo è stato fissato oggi a 1,041%, con un costo del debito per l'azienda quindi attorno al 5,5% contro il circa 7% pagato per il bond.

Wind ha inoltre in programma un altro prestito (di tipo A) e da 1,515 miliardi di euro e una linea revolving da 400 milioni, dice una delle fonti.

Global co-ordinator sono Credit Suisse e Deutsche Bank, mentre altri bookrunners sono Banca Imi, Barclays, Bnp, BofaML, Citi, CA, Gs, Jpm, MS, Natixis, Rbs, Ubs, Unicredit.