Moratoria debiti imprese,nuovo strumento entro 31/12-Marcegaglia

lunedì 15 novembre 2010 19:31
 

MILANO, 15 novembre (Reuters) - E' necessario trovare entro fine anno uno strumento che consenta di continuare a sostenere le imprese a fronte della scadenza della moratoria sui debiti.

Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, rivolgendosi al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, davanti a una platea di imprenditori riuniti nella sede milanese di Assolombarda per la presentazione del nuovo fondo d'investimento voluto dal ministero dell'Economia e sviluppato in collaborazione con Abi e Confindustria.

"Per la maggior parte delle imprese la moratoria termina il 31/12 2010, dobbiamo trovare insieme uno strumento - che non può esere proroga moratoria perché non è permesso da Banca d'Italia - che permetta alle imprese ancora sane, non vogliamo mai aiutare imprese decotte, di uscire da questa moratoria ma avere ancora uno strumento a supporto".

Il tema, ha spiegato Marcegaglia, è quello delle garanzie e proprio sui fondi di garanzia si concentreranno i colloqui con l'Associazione bancaria italiana nelle prossime settimane per arrivare alla scadenza di fine anno con uno strumento alternativo alla moratoria.

La rappresentante degli industriali ha poi suggerito la creazione di fondi regionali, da affiancare a quello che, con una dotazione iniziale di 1,2 miliardi di euro, rappresenta il più grande fondo italiano di private equity, per aumentare i finanziamenti a disposizione delle imprese coinvolgendo istituti di credito locali.

"Possiamo ulteriormente aumentare la massa a disposizione dele imprese con fondi regionali cui potrebbero partecipare camere di commercio, fondazioni bancarie, alcune finanziarie regionali".

Il Fondo d'investimento italiano, ha spiegato Marcegaglia, potrebbe collaborare con questi fondi regionali in modo da coinvolgere banche locali che non hanno la forza per entrare nel primo ma potrebbero essere coinvolte in fondi più piccoli, attivi appunto a livello regionale.