PUNTO 1-Irlanda valuta richiesta aiuti Ue per le banche - stampa

lunedì 15 novembre 2010 09:15
 

(aggiunge dettagli)

DUBLINO, 15 novebre (Reuters) - L'Irlanda sta valutando di chiedere risorse al fondo di emergenza dell'Unione Europea per sostenere il proprio sistema bancario ed evitare un salvataggio pubblico. Lo scrive oggi il quotidiano Irish Independent, citando una fonte anonima.

Negli ultimi due giorni fonti Ue hanno riferito a Reuters che sono in corso trattative per un possibile salvagente Ue e che l'Irlanda, con l'impennata dei costi del debito, difficilmente potrà farcela da sola. Ieri l'Irlanda non ha escluso la possibilità di dover chiedere aiuto all'Ue.

Secondo il giornale, il ministro delle Finanze Brian Lenihan potrebbe domandare domani alle proprie controparti europee a Bruxelles se è possibile indirizzare fondi verso le banche irlandesi in cui ha già promesso di iniettare fino a 50 miliardi di euro.

"Non c'è nessun interrogativo sul debito sovrano irlandese - l'interrogativo resta circa il finanziamento delle banche. Le banche stanno avendo problemi ad avere soldi", scrive il quotidiano citando la fonte.

"Dobbiamo scoprire - potete andare al fondo e prendere risorse per il settore bancario? Lenihan ha all'Ecofin l'opportunità per discuterne. Sarebbero le banche a dover rimborsare, non lo stato", prosegue.

Secondo i dati pubblicati venerdì sul sito web della banca centrale irlandese, l'ammontare complessivo dei prestiti concessi dalla Banca centrale europea agli istituti irlandesi è salito a 130 miliardi di euro al 29 ottobre rispetto ai 119 miliardi del 24 settembre.