MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 15 novembre

lunedì 15 novembre 2010 07:41
 

* La settimana si apre ancora sotto il segno della crisi finanziaria irlandese e del possibile ricorso di Dublino ai fondi d'emergenza dell'istituto per la stabilità finanziaria europea (EFSF). Il fine settimana non ha contribuito sostanzialmente a chiarire la situazione: il ministro della Giustizia ha confermato che non c'è al momento alcun colloquio in corso tra Irlanda e Ue per gli aiuti, ma ha anche spiegato che nulla può essere escluso. "Le cose succedono giorno per giorno" ha affermato il ministro.

* A Venezia si riunisce l'Ocse Public Governance Committee, Ministerial Meeting, con Gurrìa, Brunetta, Monti. La settimana scorsa Gurria ha detto che gli Usa non avevano altra scelta che lanciare il piano di riacquisto bond anche se questo ha colpito il dollaro. Brunetta concluderà l'incontro.

* Si rafforza la crescita giapponese nel 3° trimestre: il pil è aumentato dello 0,9% su trimestre (contro attese per un +0,6%), dal +0,4% del precedente trimestre. La crescita annualizzata si attestata al 3,9%. La fine degli incentivi governativi ha dato un ultimo impulso ai consumi prima di quello che molti economisti vedono come un inevitabile periodo di rallentamento.

* Secondo un documento che cita fonti della banca centrale cinese, Pechino starebbe studiando una serie di misure contro la crescita degli afflussi speculativi, preoccupata per le conseguenze dell'indebolimento del dollaro a seguito della politica di QE della Fed. Tra le misure considerate ci sarebbero nuovi aggiustamenti nei coefficienti di riserva delle banche, gestione delle posizioni valutarie e operazioni sul mercato aperto.

* Occhi sul secondario della zona euro dopo l'andamento altalenante di venerdì, seduta in cui gli spread di Italia e Spagna hanno toccato i massimi storici, prima di ridurre con tutti i periferici sulle voci si un imminente salvataggio dell'Irlanda. Oggi il Tesoro italiano offrirà il CCTeu ottobre 2017 in cambio di tre Btp e due Cct attualmente in circolazione.   Continua...