Btp, spread in allargamento per effetto traino, attesa aste

giovedì 11 novembre 2010 13:01
 

 MILANO, 11 novembre (Reuters) - Regna la volatilità sul
secondario italiano, per motivazioni che i trader definiscono
"di carattere generale" e attribuiscono all'effetto traino dei
periferici al momento più problematici, nello specifico Irlanda
e Portogallo. 
 L'Italia e la Spagna sono i paesi che sembrano soffrire di
meno dell'ondata di sfiducia che ha colpito i periferici, pur
risentendone, come testimoniato dal rialzo del tasso del
decennale italiano, che dopo aver infranto la soglia del 4%,
prosegue verso l'alto.
 "Vediamo un spread in leggero allargamento rispetto ai
livelli di chiusura di ieri, per motivazioni di carattere
generale. Continua infatti ad allargarsi il differenziale di
Irlanda, Portogallo e Grecia, e questo trascina un po' gli altri
periferici come Italia e Spagna" dice una trader.
 "L'Italia soffre insomma di un effetto trascinamento degli
altri paesi" precisa.
 Un effetto di cautela sul mercato italiano lo esercita
comunque l'attesa delle aste a medio-lungo termine in agenda
domani.
 "Per l'Italia va detto che le aste di domani pesano un po'",
dice la trader.
 Il Tesoro offrirà domani da 3,5 a 4,5 miliardi del nuovo Btp
a cinque anni, da 1,5 a 2,25 miliardi del Btp marzo 2026, da 750
milioni a 1,5 miliardi del titolo off-the-run agosto 2034. 
 Il titolo in asta domani, il novembre 2015, sul grey market
cede 25 punti base a 99,20. In calo l'attuale benchmark a 5
anni, il giugno 2015, che cede 18 punti base a 99,74.
 "Il mercato è volatile anche per via dei flussi piuttosto
scarsi" dice una trader. "Il fatto che vari mercati, fra cui
quello Usa, siano chiusi oggi, riduce la presenza degli
investitori sulle transazioni, e quindi basta poco a spostare in
questa o quella direzione i titoli". 
 In termini di spread, l'Irlanda ha allargato fino al 695
punti base, mentre il Portogallo ha superato per la prima volta
i 500 punti base. 
 E così i Cds di Spagna, Irlanda e Grecia si sono allargati
ai massimi storici [ID:nLDE6AA0QM].
 "Il rischio di contagio resta la chiave di questi mercati e
ci aspettiamo che gli spread proseguano nell'ampliamento" ha
detto un dealer di Londra. "Non è chiaro tuttavia quali siano i
livelli necessari per cui gli investitori prezzino uno scenario
di default" ha aggiunto. 
 Dopo una chiusura in area 168 punti base, secondo gli
schermi Tradeweb, il differenziale fra i decennali di
riferimento italiano e tedesco si attesta a metà seduta in area
172 punti base, dopo un massimo di seduta a 178.
 
=========================== 12,55 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      130,26  (+0,06)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      114,96  (-0,32) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    100,40  (-0,04)      2,256%
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT    99,55  (-0,24)      4,096%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT*  100,44  (-0,55)      5,033%
* Quotazioni Reuters in assenza di scambi su MTS.
======================== SPREAD (PB) =========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        23                 31
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       131                127
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       169                162
-livelli minimo/massimo           163,5-171,6       151,6-168,3
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      172                168
-livelli minimo/massimo           168,1-177,6       157,9-174,1
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       207                200
BTP 2/10 ANNI                         184,0               --   
BTP 10/30 ANNI                        --                  --   
===============================================================