PUNTO 2 - Governo, Bossi e Berlusconi d'accordo ad andare avanti

lunedì 8 novembre 2010 18:48
 

(riscrive titolo e lead dopo comunicato, no reazione Fli)

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Nel vertice di oggi pomeriggio ad Arcore fra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed una delegazione della Lega Nord guidata da Umberto Bossi si è convenuto sulla necessità che il governo vada avanti nella sua azione.

E' quanto si legge in una nota della Lega che rappresenta la prima risposta ufficiale all'ultimatum lanciato ieri da Gianfranco Fini.

Domenica il presidente della Camera ha chiesto a Berlusconi di dimettersi per aprire la strada a un nuovo governo di centrodestra pena il ritiro della delegazione del Fli dall'esecutivo.

Al momento nessun commento da parte dei finiani agli esiti della riunione di Arcore.

"L'incontro di oggi è stato positivo e proficuo ed è servito a fare il punto sulla situazione politica e sull'agenda di governo. Si è deciso di proseguire con l'azione riformatrice per realizzare il programma", si legge nel comunicato leghista sul vertice del pomeriggio.

I capigruppo leghisti aggiungono che nella riunione di Arcore "è emersa un'assoluta sintonia sui concreti problemi del Paese e sulle azioni da realizzare, a partire dalla situazione creatasi a seguito delle alluvioni in Veneto. Domani Bossi e Berlusconi saranno nei territori interessati insieme al presidente [Luca] Zaia, per un sopralluogo nei comuni maggiormente colpiti".

La riunione di oggi pomeriggio è durata poco meno di due ore.

Berlusconi ha lasciato trapelare che si aspetta siano i finiani a far cadere il governo facendo mancare il loro appoggio in Parlamento.

Prima di recarsi ad Arcore, Bossi aveva riunito i vertici del suo partito nella sede di via Bellerio; riunione che era durata appena quaranta minuti.