Conti pubblici,da ridimensionare ruolo Stato in società-Tremonti

lunedì 8 novembre 2010 13:23
 

SEGRATE Milano, 8 novembre (Reuters) - E' necessario coinvolgere soggetti esterni nella fornitura di servizi che finora sono stati affidati esclusivamente allo Stato per ridurre la spesa pubblica, dati i livelli insostenibili di deficit e debito pubblico.

A dirlo è il ministro dell'Economia Giulio Tremonti in una lezione all'Università Vita e Salute dell'ospedale San Raffaele.

Questo discorso, spiega il ministro, riguarda tutta l'Europa "un continente che produce più debito che ricchezza", e non esenta l'Italia.

"Tutti i paesi europei stanno declinando politiche di riduzione della spesa pubblica. Tutti dobbiamo fare politiche di questo tipo, tutti dobbiamo mettere in conto una struttura un po' diversa", ha detto Tremonti.

Per concentrare le poche risorse a disposizione "sull'essenziale", è necessario che al bene pubblico concorrano "corpi esterni allo Stato: persone, famiglie, comunità, volontariato".

"Bisogna coinvolgere questo mondo su un futuro di non sostenibilità dei vecchi paradigmi".

Il ministro ha specificato di non volere entrare nel merito della questione per quanto riguarda l'Italia e che in futuro farà chiarezza in proposito.

"Se mi chiedete cosa conservare e cosa togliere, io dico concentrare tutto sul sociale".

A questo proposito Tremonti ha ricordato come la scelta di concentrare sugli ammortizzatori sociali la spesa del governo in risposta alla crisi economica abbia garantito al paese la "tenuta della coesione sociale" durante la fase recessiva.