PUNTO 1-Governo avanti fino a gennaio, poi si vedrà - Bossi

mercoledì 3 novembre 2010 15:54
 

(unifica pezzi con nuovo titolo e lead)

ROMA, 3 novembre (Reuters) - Il governo deve andare avanti fino all'approvazione del federalismo che sarà a gennaio, poi si vedrà. Gli scandali legati alla vita privata del presidente del Consiglio stanno - fra l'altro - danneggiando l'immagine esterna di un Paese molto indebitato che ogni mese deve collocare miliardi di titoli di Stato.

Lo ha detto il leader del Carroccio Umberto Bossi a proposito delle polemiche che hanno travolto Silvio Berlusconi dopo un suo intervento a favore di una minorenne marocchina, Ruby, trattenuta per una accusa di furto dalla questura di Milano.

Secondo Bossi "il governo regge e reggerà a lungo".

Poi però aggiunge: "L'importante è il federalismo a fine gennaio. Poi si vede".

Secondo i leghisti infatti entro gennaio dovrebbero poter essere varati dal governo e approvati dalle Camere i decreti legislativi attuativi della riforma sul federalismo fiscale.

A Bossi è stato poi chiesto se l'Italia stia subendo un danno di immagine dal caso Ruby: "Un po' sì, anche perché il Paese deve vendere i titoli di Stato", ha commentato.

Poco prima Bossi aveva detto ai giornalisti che nonostante gli scandali e lo strappo con Gianfranco Fini, lui e Berlusconi vanno avanti: "Abbiamo deciso di andare avanti a tutta forza", ha detto riferendosi al vertice di ieri sera con il presidente del Consiglio.

Alla domanda su cosa succeda in caso di uscita dei finiani dal governo e di un loro appoggio esterno, Bossi ha risposto: "Vedremo, sono solo ipotesi, però il governo è questo".