Irlanda, spread su Bund e Cds salgono a massimi storici

mercoledì 3 novembre 2010 12:54
 

LONDRA, 3 novembre (Reuters) - Ancora pressioni sui titoli di stato irlandesi, con gli investitori che temono per il traballante sistema bancario del paese. Anche alcuni altri paesi periferici vengono influenzati dalle tensioni che hanno come epicentro Dublino.

Il Credit default swap a 5 anni dell'Irlanda è salito di 27 punti base a 550 pb, secondo dati Markit, il che significa che ora costa 550.000 euro la protezione contro il default su un'esposizione di 10 milioni di euro di debito irlandese.

Questi valori hanno spinto all'allargamento anche l'indice iTraxx SovX a un nuovo massimo storico di 160,5, 63,5 pb sopra l'indice iTraxx principale, ITEEU5Y=GF che quota 97 pb.

"Ci sono diversi fattori, il principale è l'accordo di ristrutturazione Ue che è stato raggiunto venerdì scorso, che consente la ristrutturazione [del debito] probabilmente dopo il 2013" dice Gavan Nolan, analista di Markit.

"Inoltre pesano i complessi problemi sul settore bancario irlandese, l'operazione di concambio di bond di Anglo Irish, potrebbe essere bloccata da un gruppo di obbligazionisti".

Anche il premio chiesto dagli investitori per detenere titoli irlandesi a 10 anni piuttosto che tedeschi è salito ulteriomente stamane IE10YT=TWEB DE10YT=TWEB fino a 516 punti base, +17 PB, questo caso nuovo massimo storico.

Il rendimento del 10 anni irlandese ha segnato contestulamente il suo massimo storico a 7,59%, in rialzo di 16 pb da ieri.

Il Cds del Portogallo si è allargarto stamane fino a 418 pb, +10 pb da ieri.