PUNTO1- Irlanda, spread su bund e Cds salgono a massimi storici

martedì 2 novembre 2010 13:21
 

(Riscrive, aggiunge allargamento Cds, aggiorna quotazioni spread)

LONDRA, 2 novembre (Reuters) - Tornano le pressioni sui titoli di stati irlandesi e di alcuni altri paesi periferici, Spagna, Portogallo e Grecia.

Il premio chiesto dagli investitori per detenere titoli irlandesi a 10 anni piuttosto che tedeschi ha visto stamane un nuovo massimo storico, mentre quello relativo ai titoli spagnoli e greci è salito al massimo di un mese, in una nuova ondata di acquisti rifugio sul bund.

Parallelamente anche le quotazioni dei Cds (credit default swap) si sono allargate, con quello dell'Irlanda che ha toccato, anche in questo caso, un nuovo massimo storico.

Lo spread di rendimento tra decennali di Irlanda e Germania IE10YT=TWEBDE10YT=TWEB dopo aver toccato stamane il nuovo massimo storico di 486 bp, attorno alle ore 13,00 italiane quota 475 pb secondo TradeWeb, mentre il Cds ha segnato un massimo storico a 525 pb, secondo dati Markit.

Lo spread della Grecia GR10YT=TWEBDE10YT=TWEB dopo aver segnato il massimo di un mese a 857 bp alla stessa ora è a 842 pb, mentre il suo Cds si è allargato di 20 pb a 850 pb.

L'analogo spread della Spagna ES10YT=TWEBDE10YT=TWEB si dopo un massimo di un mese di 188 bp segnato stamane, alla stessa ora è a 183 pb.

Lo spread del Portogallo quota a metà seduta 366 pb (+4,60 pb) e il Cds si è allargato di 15 pb a 410 pb.

"Stiamo assistendo a una generale ondata di flight to quality, con gli investitori, che nell'incertezza circa ciò che deciderà la Fed, vedono come cosa migliore da fare rifugiarsi sui titoli più sicuri come i bund" dice un dealer a Londra.

La Federal Reserve è attesa rendere noto stasera il suo nuovo piano di quantitative easing.