Investimenti lungo termine per crescita,servono norme - Tremonti

venerdì 29 ottobre 2010 15:51
 

VENEZIA, 29 ottobre (Reuters) - Per il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, è necessario cambiare le regole che attualmente favoriscono gli impieghi finanziari di breve termine e la speculazione, in modo da consentire all'Europa di attrarre, anche dotandosi di strumenti idonei, investimenti di lungo termine in settori fondamentali per la crescita.

In un intervento preparato per un incontro del Club degli investitori di lungo termine letto in sala dal presidente di Cassa depositi e prestiti, Franco Bassanini, il ministro ha sottolineato che è necessario alimentare crescita e competitività attraverso grandi progetti d'investimento in settori strategici.

A questo scopo il Vecchio Continente deve essere in grado di intercettare "il fiume carsico" del risparmio globale perché per la prima volta è finita la rendita coloniale ed è venuta meno la leva del debito.

"Non è più la politica che viene prima dei numeri. Ma sono i numeri che in specie vengono prima della politica. Ed i numeri della finanza pubblica non lasciano grandi spazi di manovra", ha detto il ministro.

L'Europa perciò deve "intercettare la domanda di risparmio sicuro e di lungo periodo" dotandosi di "nuovi strumenti finanziari comuni e di un contesto di regole per aumentare la forza di attrazione del risparmio, interno ed esterno".

Quello di strumenti di debito europei il cui ricavato sia destinato al finanziamento degli investimenti infrastrutturali è un tema da sempre caro al ministro dell'Economia.

Tremonti ha auspicato pertanto "nuove regole contabili per investitori e investimenti di lungo periodo. Incentivi e disincentivi fiscali che favoriscano gli investimenti produttivi e scoraggino la speculazione. Nuovi strumenti comuni di lungo periodo emessi dalle grandi Casse europee".