Btp in calo con Bund, spread torna ad allargarsi

mercoledì 27 ottobre 2010 17:57
 

 MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Andamento ancora in rosso per
i Btp che invertono anche la tendenza, positiva in termini
relativi, che li aveva portati a ridurre il differenziale con la
Germania insieme agli altri periferici. In negativo anche i
Bund, con il rendimento del decennale tedesco che ha ieri
infranto al rialzo il 2,5%, soglia sopra la quale resta oggi.
 I timori specifici relativi ai singoli paesi hanno colpito
in particolare il debito greco e quello portoghese, determinando
l'ampliamento dei differenziali. I timori che il mercato abbia
sopravvalutato la portata e la formula dell'atteso 'quantitative
easing' da parte della Fed sono stati acuiti dal Wall Street
Journal, secondo cui gli acquisti da parte dell'istituto
centrale Usa saranno graduali.
 "Si è invertito il trend che da due giorni determinava una
riduzione in termini di spread. L'Italia aveva fatto bene,
riducendo a livelli che non si vedevano da oltre due mesi e
mezzo, ora però le incertezze delle periferie, in particolare
della Grecia, stanno pesando" dice un trader italiano. 
 I problemi di Portogallo e Grecia influenzano l'intera
periferia della zona euro, determinando il movimento di
ampliamento.
 "Sembra guidato dal Portogallo dopo la notizia
dell'interruzione dei colloqui" dice un altro trader riferendosi
al dibattito sul bilancio 2011 del Portogallo.
 Lo spread Grecia/Germania ha toccato gli 800 punti base, per
la prima volta nel mese, con un aumento di circa 77 punti base
rispetto a ieri in chiusura. A esercitare pressione sul debito
greco una serie di commenti negativi sullo stato delle finanze
del paese, con il deficit di bilancio rivisto al rialzo al 15%
dal precedente 13,8%. 
 Lo spread Irlanda/Germania si è ampliato a 430 punti base
con un rialzo di 28 punti base. 
 In mattinata, sugli schermi Reuters lo spread
Italia/Germania si era ridotto fino in area 123 punti base,
livello che non si vedeva dal 6 agosto scorso, per poi risalire
in area 133.
 
 BUONA ACCOGLIENZA ASTE BTPei
 Hanno registrato una buona accoglienza, a dire degli
operatori, i titoli in asta oggi.
 "Le aste dei linker sono andate bene, registrando una buona
accoglienza" dice un gestore. "Resta l'attesa per domani".
 Il Tesoro ha collocato oggi 674 milioni Btp decennale
indicizzato all'inflazione settembre 2021 a un tasso di 2,18%, a
fronte di un importo richiesto per 1,443 miliardi, e 836 milioni
del titolo settembre 2041 a un tasso di 2,58% e a fronte di una
domanda per 1,296 miliardi.
 Domani l'asta di titoli a medio lungo vede da 3,5 a 4
miliardi della prima tranche del Btp 1-11-2013, cedola 2,25%
insieme a un importo da 2,75 a 3,25 miliardi della quinta
tranche Btp 1-03-2021, cedola 3,75%.
 
=========================== 17,30 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      128,75  (-0,61)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      116,57  (-1,01) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    101,06  (-0,12)      1,855%
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   101,16  (-0,86)      3,894% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   104,51  (-1,31)      4,771% 
==================== SPREAD (PB) =============================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        12                 12
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        86                 79
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       132                128
-livelli minimo/massimo           122,5-133,2       125,5-129,1
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      138                133
-livelli minimo/massimo           127,7-137,7       130,1-137,3
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       171                166
BTP 2/10 ANNI                         203,9              200,1 
BTP 10/30 ANNI                         87,7               90,4
===============================================================