Frequenze, ad oggi non sono ancora disponibili per gara - Romani

mercoledì 27 ottobre 2010 11:46
 

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - Non sarà in discesa il tentativo del ministro dell'Economia Giulio Tremonti di finanziare le spese ineludibili per il prossimo anno con i proventi dalla gara per l'assegnazione delle frequenze televisive terrestri che si libereranno con il passaggio alla tecnologia digitale.

Il ministro dello Sviluppo Paolo Romani osserva infatti che se "si sta lavorando" in questa direzione occorre anche "ricordare che ad oggi le frequenze non sono disponibili e bisogna tenere conto dei diritti di chi le possiede".

Fonti governative hanno riferito a Reuters che il governo si aspetta di poter ricavare dalla cessione di queste frequenze fra i 2 e i 3 miliardi il prossimo anno.

"Difficile fare cifre", ha detto ancora Romani a margine di un convegno.

"In Germania hanno ricavato oltre 4 miliardi, ma l'Italia è un'altra realtà perché bisogna tenere conto del fatto che non c'è solo il problema delle risorse per partecipare all'asta, ma anche quello delle risorse per fare investimenti nelle telecomunicazioni", ha aggiunto.