Btp e Bund in calo, spread periferie in riduzione tranne Grecia

martedì 26 ottobre 2010 18:00
 

 MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Il secondario italiano
archivia la seduta in calo, con un trend che comunque sembra
premiare i periferici, a eccezione della Grecia. 
 Il rendimento del decennale Bund ha infranto al rialzo la
soglia del 2,5%. Sugli schermi Reuters lo spread si è ridotto
fino in area 126 punti base, livello che non si vedeva dal 10
agosto.
 "Non è cambiato molto dalla mattinata. Nel pomeriggio si è
confermato il trend visto nella prima metà della seduta" dice un
trader.
 "Lo spread Italia/Germania, come quello di quasi tutti i
periferici, si sta riducendo dato il marcato rialzo del tasso
del Bund decennale" ha detto Elia Lattuga, strategist di
Unicredit Mib. "Assistiamo a movimenti guidati prevalentemente
dalle aspettative, con fluttuazioni comunque ridotte" 
 I movimenti restano comunque contenuti.
 "Si assiste a un calo in termini assoluti e a una buona
performance rispetto al Bund, i movimenti del mercato restano
'in range'" dice il trader.
 Hanno registrato una discreta domanda i titoli in asta oggi.
 "Le aste sono andate bene, il contesto di mercato rispetto a
un mese fa è molto cambiato, con tassi in aumento e quindi
maggiore appetibilità per i titoli" ha detto Lattuga. "Il
livello di 1,203% per il Bot a 6 mesi ad esempio è
interessante". 
 Il Tesoro ha collocato oggi 9 miliardi del Bot aprile 2011 a
un tasso di 1,203% rispetto al precedente 1,061%, al massimo
dallo scorso maggio. Il bid-to-cover è risultato pari a 1,65. 
 Buono il rapporto domanda offerta anche per il Ctz, 1,828,
collocato per 2,5 miliardi di euro con un rendimento a 1,767, in
calo però dal tasso segnato a settembre.
 Ieri, a mercati chiusi, il Tesoro ha comunicato che, in
occasione dell'asta di dopodomani per titoli a medio lungo,
saranno posti in vendita da 3,5 a 4 miliardi della prima tranche
del Btp 1-11-2013, cedola 2,25% insieme a un importo da 2,75 a
3,25 miliardi della quinta tranche Btp 1-03-2021, cedola 3,75%.
 Sempre sul mercato primario italiano, in agenda domani le
riaperture dei Btp indicizzati, a 10 e 30 anni, per una cifra
complessiva fino a 1,5 miliardi di euro.
 
 
=========================== 17,30 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      129,34  (-0,50)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      117,52  (-0,33) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    101,18  (-0,11)      1,786%
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   102,02  (-0,25)      3,787% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   105,82  (-0,26)      4,691% 
==================== SPREAD (PB) =============================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        12                  9
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        79                 78
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       128                132
-livelli minimo/massimo           125,5-129,1       129,9-135,7
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      133                135
-livelli minimo/massimo           130,1-137,3       134,6-140,1
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       166                169
BTP 2/10 ANNI                         200,1              203,6 
BTP 10/30 ANNI                         90,4               93,0
===============================================================