Lodo Alfano, se Berlusconi vuole rinunciare va bene - Bossi

lunedì 25 ottobre 2010 12:03
 

ROMA, 25 ottobre (Reuters) - Umberto Bossi ritiene che Silvio Berlusconi sia "un po' un perseguitato" dai giudici, e sarebbe utile una legge che gli garantisce l'immunita. Se però il premier preferisce rinunciare al Lodo Alfano nulla quaestio.

"Sarebbe bene fare come in Francia dove almeno il leader ha la protezione dalla magistratura che, in Italia, si comporta male", ha detto Bossi in una intervista ad Affaritaliani.it.

"Se lo dice Berlusconi allora va bene", precisa il capo del Carroccio commentando le ipotesi stampa secondo le quali Berlusconi vorrebbe lascia perdere il lodo Alfano costituzionale all'esame del Senato.

Bossi boccia poi ogni ipotesi di governo tecnico e dice che il Fli "non è più credibile: possono dire quello che vogliono".

"Se c'è un voto contro il governo e questo cade, si va alle elezioni anticipate e non è un colpo di Stato, perché si è già fatto in passato", dice Bossi ma, aggiunge, "se andiamo al voto è meglio che Berlusconi parli meno e scelga meglio i suoi alleati".

Il ministro delle Riforme, parlando di federalismo, chiede l'introduzione del Senato federale rifiuta l'abolizione delle province: "Non è mica lì che bisogna fare i risparmi, ma impedendo che in certe regioni si sprechino le risorse".