Gb vede entrate 2,5 mld sterline da prelievo su banche

giovedì 21 ottobre 2010 13:47
 

* Gb conferma introduzione imposta su attivo banche

* Previste entrate 2,5 miliardi sterline da 2012-13

LONDRA, 21 ottobre (Reuters) - La Gran Bretagna prevede di raccogliere circa 2,5 miliardi di sterline l'anno a partire dal 2012-2013 a causa dell'introduzione di un'imposta permanente sull'attivo degli istituti di credito.

L'importo è in linea alla previsione di giugno, da quando il prelievo sulle banche figura tra le misure della finanziaria.

Londra ha pubblicato la bozza di legge, secondo cui il provvedimento entrerà in vigore dal primo gennaio dell'anno prossimo e la norma punta a incoraggiare le banche a spostarsi su profili di raccolta meno rischiosi dopo la crisi creditizia.

"Ci siamo consultati sulla formulazione dello schema di legge in modo da cogliere due obiettivi: in primo luogo che le banche diano un contributo commisurato al rischio potenziale cui fanno fronte il sistema finanziario e l'intera economia" dice una nota del ministro del Tesoro Mark Hoban.

"Secondo obiettivo, in base allo schema finale della misura di legge le banche verranno incentivate a fare maggior uso di fonti di finanziamento più stabili, come debito a lungo termine ed equity, in base a quanto prevede il nostro più vasto programma di riforme" aggiunge.

Illustrando ieri la legge nuova finanziaria che prevede 80 miliardi di tagli alla spesa, il ministro delle Finanze George Osborne ha alzato i toni della retorica nei confronti delle banche, chiedendo di ottenere dal sistema finanziario entrate "il massimo sostenibili".