PUNTO 3 - Italia prezza Ccteu 2017 per 5,1 mld, a 99,789

mercoledì 20 ottobre 2010 17:52
 

(Aggiunge nota Tesoro su dettagli collocamento)

MILANO/ROMA, 20 ottobre (Reuters) - Il nuovo Ccteu a 7 anni è stato prezzato per un ammontare complessivo di 5,1 miliardi di euro, di cui 4,5 miliardi, come indicato in precedenza attraverso ordini cash, e i rimanenti 600 milioni tramite il concambio con i vecchi Cct. L'ammontare risulta anche superiore alle attese massime di 4-5 miliardi da un minimo di 3 miliardi.

Il prezzo al reoffer è di 99,789.

Lo ha anticipato a Reuters uno dei lead manager dell'operazione ed è seguita poi la conferma dal Tesoro con una nota che ha precisato che la cedola è pari a 80 punti base sul tasso dell'Euribor sei mesi, mentre il rendimento è a 83 pb sullo stesso tasso, come nelle attese.

Al fixing di oggi l'Euribor a sei mesi era a 1,239%, che significa un rendimento del nuovo titolo attorno al 2,04%.

L'esistente Ccteu 2015 mostra sul mercato oggi un livello di 72 punti base sull'Euribor sei mesi, per cui il nuovo titolo offre un pick-up di 11 punti base.

La prima indicazione di rendimento per il Ccteu 2017 era di 83-87 punti base sul tasso dell'Euribor a sei mesi, successivante rivista a 83-85 pb. Il rendimento finale quindi è sulla parte bassa del range proposto, "grazie alla buona performance del libro ordini che ammontava a 5,5 miliardi di euro", dice una fonte vicina all'operazione.

"E' un'operazione che certamente ha evidenziato il buon appetito degli investitori sia per la carta italiana sia per il comparto dei floater, visto l'andamento al rialzo dei tassi monetari", dice uno strategist. I tassi Euribor stanno salendo dopo che le banche della zona euro hanno ridotto la liquidità in eccesso chiedendo meno fondi ai finanziamenti della Bce.

"Il book è andato molto bene, ci sono nomi di alta qualità", commenta una fonte vicina all'operazione.   Continua...