20 ottobre 2010 / 05:47 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 20 ottobre

* Il Tesoro italiano ha raccolto ieri gli ordinativi per il collocamento sindacato del nuovo Ccteu 2017. Gli ultimi dettagli, ottenuti da Reuters a pochi minuti dalla chiusura dei book, davano ordini per 5,5 miliardi e rendimento a 83 pb sopra l‘Euribor a 6 mesi, dopo una prima indicazione di 83-87 pb, poi rivista a 83-85 pb. In mattina sono attese le comunicazioni su size finale e pricing dell‘operazione.

* Dopo l‘accordo politico europeo sulla riforma del settore degli hedge fund, nuova tappa del processo di revisione della regolamentazione finanziaria, con il commissario Ue Barneir che da Bruxelles illustra i piani della Commissione per la gestione delle crisi nel settore finanziario. Intanto, in vista anche del prossimo G20 - centrato sui temi delle regole finanziarie globali e degli squilibri del mercato valutario - si tiene oggi a Seoul la sessione plenaria del ‘Financial Stability Board’ con conferenza stampa del presidente Draghi.

* A Vienna l‘Fmi lancia il Regional Economic Outlook di ottobre 2010 per l‘Europa. Il rapporto, partendo dai dati e dalle stime recentemente pubblicate dal Fondo nel suo World Economic Outlook, approfondisce l‘analisi sulla situazione economica dell‘area europea.

* Giornata non ricca di dati economici. In Italia focus su fatturato e ordinativi industriali in agosto (-2,70% su mese, +8,90% su anno e -3% su mese, +0,70% su anno rispettivamente in luglio). Dalla Germania in arrivo i prezzi alla produzione di settembre, attesi in crescita dello 0,2% su mese e del 3,8 su anno (invariati e +3,2% rispettivamente nel mese precedente)

* Kiyohiko Nishimura, vice governatore BoJ, ha detto nel corso della seduta asiatica che il rialzo dello yen è la peggior cosa per l‘economia del Giappone, deteriorando anche la fiducia delle imprese e prolungando la deflazione. D‘altra parte -- ha aggiunto -- la decisione ieri della Cina di alzare i tassi è positiva nel lungo periodo e per la stabilità della crescita.

* Il giorno dopo la decisione della Cina di alzare a sorpresa i tassi di 25 punti base per la prima volta in tre anni, lo yuan sulla piazza asiatica è in netto calo contro il dollaro a 6,6625 contro la chiusura di ieri a 6,6447 e la banca centrale, temendo afflussi di capitali nel paese, ha fissato il punto medio di oggi dello yuan contro il dollaro a 6,6754, molto più basso da 6,5553 di ieri.

* Il greggio è rimbalzato sulle piazze asiatiche dopo il calo visto ieri, il maggiore da febbraio, dopo il rialzo dei tassi da parte della Cina. Dopo aver perso ieri circa il 4% scendendo sotto il livello di 80 dollari il barile per la prima volta in un mese, intorno alle 7,30 oggi il contratto a novembre sul Nymex è in rialzo di 61 cent a 80,10 dollari, la scadenza a dicembre sul Brent sale invece 49 cent a 81,59 dollari.

* Ieri diversi esponenti della Fed hanno di nuovo sottolineato come la banca centrale Usa sia pronta a offrire ulteriori stimoli monetari per sostenere l‘economia. In particolare uno di essi, Lockhart, ha ipolizzato un ammontare di acquisti di bond al mese sui 100 miliardi di dollari.

* Dalle minute dell‘ultimo meeting della Fed è emerso che i responsabili della Fed di Kansas City e di Dallas hanno votato di nuovo per un modesto rialzo dei tassi per i prestiti bancari. La Fed aveva lasciato il tasso di sconto invariato allo 0,75% al meeting del 23 settembre.

* I Treasury Usa ieri hanno chiuso in rialzo su acquisti rifugio e in reazione al calo delle borse, mentre preoccupano le dichiarazioni di esponenti della Fed sulla necessità di ulteriori misure per sostenere l‘economia Usa. Il decennale benchmark ha chiuso a 101-08/32 in rialzo di 10/32 per un rendimento del 2,482%.

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, fatturato e ordinativi industria agosto (10,00)

* Istat, stima commercio estero extra Eu settembre (11,00)

GERMANIA

* Germania, prezzi alla produzione settembre (8,00) - attesa 0,2% m/m; 3,8% a/a

USA

* Beige Book (20,00)

* Scorte Usa settimanali prodotti petroliferi Eia (16,30)

BANCHE CENTRALI

CANADA

* Banca centrale pubblica rapporto di politica monetaria (16,30); segue conferenza stampa del governatore Mark Carney (17,15)

GRAN BRETAGNA

* A Londra banca centrale pubblica verbali riunione di politica monetaria del 6 e 7 ottobre

USA

* A New York atteso intervento Duke, membro board Fed (0,15)

* A College Park intervento Lacker, Fed Richmond (15,30)

* A Filadelfia intervento Plosser, Fed (18,45)

ZONA EURO

* A Francoforte termina conferenza Bce “Statistiche della banca centrale: cosa ha cambiato la crisi finanziaria”; partecipano Constancio, Wellink, Noyer (8,30); Stark chiude i lavori.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below