Fed non ha ancora deciso su nuove misure QE - Lipsky (Fmi)

lunedì 18 ottobre 2010 16:25
 

SHANGHAI, 18 ottobre (Reuters) - Un nuovo ciclo di allentamento quantitativo negli Stati Uniti non è un cosa fatta e dipenderà dalla performance dell'economia.

Lo ha detto John Lipsky, vice direttore generale del Fmi.

Parlando al termine di una riunione dei funzionari finanziari a Shanghai, Lipsky ha anche minimizzato le preoccupazioni di una "guerra di valuta", dicendo che litigare sui tassi di cambio potrebbe cedere il passo ad un approccio più coordinato tra i paesi.

"Non credo che vi sia alcuna chiarezza circa il fatto che la Fed stia per agire" ha detto Lipsky, rispondendo alla domanda circa le prospettive per una nuova fase di allentamento quantitativo, la cosiddetta QE2, negli Stati Uniti. "Sembra che essi si vogliano basare sui dati nuovi".

In alcuni mercati emergenti stanno aumentando le preoccupazioni circa il fatto che un maggior allentamento monetario da parte della Fed, sotto forma di acquisti di titoli di Stato, potrebbe portare ad una destabilizzante ondata di afflussi di capitale, un tema centrale del forum di Shanghai.

Dominique Strauss-Kahn, direttore generale del Fondo monetario internazionale, ha detto che i paesi asiatici si troverebbe ad affrontare una sfida, se i flussi di capitali portasse a surriscaldamenti del tasso di cambio, a un boom del credito o a bolle speculative.

Ma l'esponente Fmi ha osservato che questi paesi hanno molte politiche nel loro 'kit di strumenti' per affrontare i rischi: "tassi di interesse più bassi, accumulo di riserve, una politica fiscale più stretta, misure macro-prudenziali e, talvolta, i controlli sui capitali".

Xia Bin, consigliere accademico alla banca centrale cinese, ha detto a Reuters a margine del convegno che Pechino che è necessario rafforzare i propri controlli di capitale.

"Gli Stati Uniti stanno attuando un allentamento di politica monetaria, che è irresponsabile e sta generando flussi di capitale. Ecco perché stiamo parlando di controlli sui capitali in Asia" ha detto.   Continua...