Inps, previsione avanzo bilancio 2010 cala a 706 mln da 4 mld

mercoledì 13 ottobre 2010 16:16
 

ROMA, 13 ottobre (Reuters) - L'assestamento al bilancio di previsione Inps per il 2010, approvato ieri dal Consiglio di vigilanza dell'istituto, riduce l'avanzo di gestione a 706 milioni dai precedenti 4 miliardi.

Lo rende noto un comunicato spiegando che il peggioramento della stima è legato principalmente al nuovo quadro di finanza pubblica, peggiorativo rispetto a quello del Dpef 2010-2013.

L'avanzo della gestione di competenza sarà pari a 706 mln, dai 4.145 mln nelle previsioni originarie; le entrate complessive saranno pari a 284.219 mln con un calo dell'1,6% delle entrate contributive, rispetto alle precedenti stime. Le uscite complessive ammonteranno a 283.513 mln e quelle correnti faranno segnare un +2,6%. Le prestazioni pensionistiche saranno pari a 190.453 mln, con un incremento di 1.574 mln rispetto alle precedenti previsioni; le prestazioni temporanee saranno di 26.446 mln (+2.230 mln); le spese di funzionamento cresceranno del 5,36% a 4.235 mln.

"Il permanere della difficile situazione economica ha evidenziato, per la gestione finanziaria, da un lato la riduzione delle entrate contributive e dall'altro l'incremento delle prestazioni istituzionali, ha consigliato, per la gestione economico-patrimoniale, l'adozione di criteri prudenziali in particolare nella valutazione di significative poste di bilancio", precisa la nota.