Btp prosegue recupero su Bund con periferici, spead in area 142

lunedì 11 ottobre 2010 12:55
 

 MILANO, 11 ottobre (Reuters) - Si apre nel segno di un
continuo recupero di terreno nei confronti del Bund tedesco,
titolo 'core' per eccellenza per il mercato del debito europeo,
la nuova settimana sul secondario italiano.
 La forchetta di rendimento Btp/Bund sul tratto a dieci anni
viaggia intorno ai 142 punti base, una manciata di centesimi al
di sotto della chiusura precedente secondo i dati sulla pagina
YLS5, che mostra un differenziale costantemente al di sotto di
145 tick.
 Il movimento, spiega un operatore, interessa l'insieme dei
periferici ed "è più legato all'indebolimento del Bund contro
Treasury che non ad acquisti a caccia di rendimento".
 Sempre sul tratto decennale si stringono intanto di
rispettivamente di una trentina e di una decina di punti base -
secondo le statistiche TradeWeb - gli 'spread' contro Germania
di Grecia e Portogallo.
 In occasione della riunione autunnale di Washington chiusa
ieri il Fondo monetario internazionale ha anticipato che gli
aiuti concessi ad Atene potrebbero essere estesi in caso si
vengano a creare nuovi rischi, ipotesi che peraltro il Fondo non
prevede.
 "In occasione della riunione annuale del Fmi a Washington
sono arrivate numerose dichiarazioni da parte di diversi membri
Bce" si legge nella nota giornaliera dell'ufficio studi Mps
Finance.
 "I due temi principali sono da un lato l'evoluzione
dell'economia dell'area e dall'altro la dinamica dei mercati
valutari. Sul primo punto è stata evidenziata l'attesa di una
crescita comunque positiva nel secondo semestre e nel 2011
(Quaden) con possibilità, a detta di Mersch, di 'sorprese
positive' con riferimento al terzo trimestre per il quale la
crescita di periodo è attesa nel range 0,4-0,6%. Con riferimento
al mercato valutario, Trichet non ha voluto commentare
sull'ipotesi di eventuali interventi" continua.
 Orfana dei mercati Usa - fermo oggi l'obbligazionario per il
'Columbus Day' - la sessione odierna si presenta particolarmente
povera di spunti.
 Dal lato del primario, in arrivo questa sera a mercato
chiuso l'annuncio dei quantitativi per l'asta a medio-lungo di
giovedì prossimo - la nona tranche del cinque anni giugno 2015
insieme a due titoli non più in corso di emissione: l'agosto
2023 e il febbraio 2037.
 Le attese degli analisti UniCredit sono per un ammontare di
5-5,5 miliardi di euro e di una buona domanda sul cinque anni,
che dovrebbe essere l'ultima tranche del giugno 2015 in vista di
un nuovo benchmark a novembre.
=========================== 12,45 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      131,54  (-0,31)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      118,21  (+0,09) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  <IT2YT=TT     101,43  (+0,14)      1,654% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   102,73  (-0,02)      3,701% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   105,30  (+0,20)      4,725% 
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        13                 10
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        87                 92
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       142                146
-livelli minimo/massimo           140,5-142,9       140,4-150,4
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      146                149
-livelli minimo/massimo           144,6-150,9       145,2-155,1
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       180                185
BTP 2/10 ANNI                         204,7              n.d.  
BTP 10/30 ANNI                        102,4              103,6 
===============================================================