Btp in calo ma spread su Bund stringe ancora prima di Bce

giovedì 7 ottobre 2010 12:50
 

 MILANO, 7 ottobre (Reuters) - I Btp accorciano ulteriormente
le distanze dai Bund correggendo meno dei benchmark tedeschi in
un mercato che scende mentre assorbe senza problemi la nuova
carta emessa oggi da Francia e Spagna prima dell'appuntamento
mensile con la Banca centrale europea.
 Lo spread decennale Italia-Germania è sceso fino a 147 punti
base in mattinata, minimo giornaliero già nella seduta di ieri,
a fronte dei 150 centesimi della chiusura precedente.
 Il mercato è concentrato su quello che la Bce potrebbe dire
circa la rimozione delle misure straordinarie di liquidità dopo
che una domanda di fondi nettamente inferiore alle attese da
parte delle banche a fine trimestre ha aperto uno spiraglio
verso una progressiva normalizzazione dell'interbancario
spingendo al rialzo i tassi a breve.
 "I rischi per quello che potrebbe dire Trichet riguardano le
misure di liquidità straordinarie, tuttavia non credo che la Bce
possa sbilanciarsi più di tanto visto che altrove si parla di
'quantitative easing' atto secondo e che è iniziata la guerra
dei cambi. Sarebbe veramente singolare", commenta un trader.
 Il contrasto tra l'atteggiamento più restrittivo della Bce -
che vorrebbe man mano ridurre la liquidità in eccesso fornita al
sistema, e la posizione della Federal Reserve che in novembre
potrebbe inaugurare un nuovo round di acquisti di attività
pompando moneta nell'economia Usa - sta già esercitando
pressione al rialzo sull'euro con coseguenze dannose per
l'economia della zona euro.
 I vantaggi relativi legati alla debolezza del cambio sono
ambiti da tutti i paesi in questa fase di raffreddamento della
ripresa globale e il Fondo monetario internazionale ha ammonito
contro i rischi di una guerra valutaria.
 Intanto in mattinata la Spagna ha collocato 3,2 miliardi di
un titolo a tre anni. L'ammontare è nella parte bassa del range
di 3-4 miliardi indicato dal Tesoro ma le richieste hanno
superato i 7 miliardi. Il tasso è salito ulteriormente a 2,527%
da 2,276% ma per gli analisti si tratta di un risultato solido
che dimostra un ottimo interesse da parte del mercato per la
carta spagnola.
 Ha collocato invece l'ammontare massimo annunciato la
Francia vendendo ben 8,5 miliardi di Oat in un'asta a
medio-lungo termine in cui ha debuttato il nuovo Oat 2020 cedola
2,5%, emesso per 5 miliardi.
 La copertura dell'asta è stata prticolarmente solida (2,8
volte) per l'off-the-run 2029 riaperto per 1,13 miliardi ma il
risultato è giudicato in generale ottimo dagli analisti per
tutti e tre i titoli.
 
=========================== 12,30 =============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      131,72  (-0,31)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      117,75  (-0,15) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    101,24  (-0,07)      1,769% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   102,40  (-0,24)      3,742% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   104,94  (-0,39)      4,745% 
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        14                 17
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        99                 99
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       149                150
-livelli minimo/massimo           147,2-150,4       147,3-154,1
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      153                154
-livelli minimo/massimo           151,3-160,6       151,8-156,9
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       186                189
BTP 2/10 ANNI                         197,3              198,3 
BTP 10/30 ANNI                        100,3              100,9 
===============================================================