Comune Milano, S&P conferma rating A+ con prospettive negative

lunedì 4 ottobre 2010 17:50
 

MILANO, 4 ottobre (Reuters) - Standard & Poor's conferma il rating A+ per il Comune di Milano, con prospettive negative.

In un comunicato l'agenzia spiega che il rating riflette una posizione di liquidità "molto forte", che si dovrebbe confermare adeguata nei prossimi anni. Questi due fattori, prosegue S&P, uniti ad un'economia insediata ancora ricca, sono ritenuti capaci di mitigare "in qualche modo i deboli risultati di bilancio ed il livello di debito crescente".

Nonostante un programma di investimenti definito "ambizioso", soprattutto a causa dei lavori di allargamento della rete metropolitana, l'agenzia ritiene che questo non dovrebbero assorbire tutta la liquidità dell'emittente nel breve periodo.

S&P ricorda che dal 2007 il Comune ha sempre registrato disavanzi di parte corrente in paggioramento, dall'1,1% delle entrate correnti al 4,6% stimato per quest'anno. Dal 2010, inoltre, sono previste maggiori pressioni sul lato delle entrate, anche a causa della riduzione dei trasferimenti statali verso i Comuni decisi dal Governo nella manovra dello scorso maggio. Tuttavia S&P ritiene che "il Comune sia nella posizione di poter intervenire sulla spesa corrente e di attuare un taglio annuo almeno del 1,6% tra il 2010-2012". In questo scenario, stima l'agenzia, il disavanzo può essere limitato al 2,5% delle entrate correnti entro 2012.

Due settimane fa l'agenzia Moody's aveva confermato il rating del Comune di Milano a AA-, abbassandone l'utolook a negativo da stabile.