Btp sale ma spread Bund è stabile, resta incertezza su periferia

lunedì 4 ottobre 2010 12:30
 

 MILANO, 4 ottobre (Reuters) - Lieve rialzo per i Btp nelle
prime ore di contrattazione della settimana, a conferma di un
parziale allentamento delle tensioni sulla periferia della
settimana scorsa, legate ai conti pubblici di Irlanda e
Portogallo.
 "C'è buon denaro su tutto il comparto obbligazionario, viste
anche le borse un po' cedevoli" spiega un trader.
 Lo spread Btp-Bund resta sostanzialmente invariato rispetto
ai valori dell'ultima seduta, complici gli acquisti sul
governativo tedesco, sostenuto dall'ipotesi di nuove misure di
'quantitative easing' negli Stati Uniti.
 "La periferia tiene le posizioni, non vedo volatilità, mi
sembra che l'umore sia stabile" aggiunge il trader.
 A fine mattinata il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sulla scadenza decennale tratta, su schermi Reuters
YLDS5, in area 155-156 punti base, in linea con i 155 della
chiusura di venerdì.
 "Il Btp si muove un po' meglio sulla parte a dieci anni,
come il Bund" afferma l'operatore. "Diciamo che oggi tutto il
mercato si muove di concerto col Bund".
 Ma l'incertezza sulla situazione degli emittenti periferici
resta comunque elevata, come dimostrato dalle difficoltà del
governo di Lisbona, di minoranza, a ottenere il sostengo
dell'opposizione sulle misure di risanamento annunciate la
scorsa settimana. Lo stesso banchiere centrale Carlos Costa ha
ribadito stamane la necessità per il governo portoghese di
aggregare un ampio consenso politico attorno alla manovra.
 D'altra parte la banca centrale irlandese ha messo in
guardia sulle propettive economiche del paese per quest'anno: il
pil, prevede l'istituto centrale, sarà tendenzialmente fermo
contro aspettative del governo per una crescita almeno modesta.
 ATTESA ACQUISTI BOND FED SOSTIENE BUND
 Il presidente della Fed di New York William Dudley ha
affermato venerdì scorso che le attuali condizioni di elevata
disoccupazione e bassa inflazione sono "inaccettabili", mentre
secondo il numero uno della Fed di Chicago Charles Evans
ulteriori misure di espansione monetaria sono "desiderabili".
 "L'aspettativa che la Fed, e forse anche la Banca
d'Inghilterra, ricomincino con politiche di quantitative easing
sostiene il mercato dei bond nel suo complesso" spiega lo
strategist di Ria Capital Markets Nick Stamenkovic.
 A supportare in mattinata il debito tedesco anche l'attesa
di una riduzione delle emissioni previste per il 2010. La
Bundesbank ha comunicato che il nuovo fabbisogno di
indebitamento della Germania per quest'anno potrebbe essere
limitato a 50 miliardi di euro.
 Il mese scorso il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble
aveva parlato di una cifra "ben al di sotto" dei 60 miliardi,
dopo che le prime stime avevano indicato un target di circa 80
miliardi.

============================ 12,20 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLc1      131,77  (+0,46)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      117,15  (+0,29) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    101,20  (+0,14)      1,798% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   102,02  (+0,43)      3,789% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   104,59  (+0,39)      4,767% 
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        23                 26
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       100                103
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       155                155
-livelli minimo/massimo           153,1-157,6       149,5-157,7
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      159                158
-livelli minimo/massimo           157,7-160,5       153,2-163,3
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       192                190
BTP 2/10 ANNI                         199,1              195,9 
BTP 10/30 ANNI                         97,8               95,0 
===============================================================