Portogallo, per Constancio (Bce) misure austerità positive

giovedì 30 settembre 2010 10:26
 

BRUXELLES, 30 settembre (Reuters) - Il vice presidente della Banca Centrale Europea Vitor Constancio saluta con favore le nuove misure di austerità portoghesi, che definisce "positive".

Il banchiere portoghese parla a margine della riunione odierna dell'Eurogruppo a Bruxelles, riferendosi al pacchetto annunciato ieri sera da Lisbona.

Mercoledì sera il premier Jose Socrates ha definito i piani di austerità del governo socialista di minoranza per il 2011, che comprendono misure che includono un taglio del 5% negli stipendi dei dipendenti pubblici e un blocco delle pensioni per ridurre il deficit pubblico.

Tra le altre proposte l'aumento dell'Iva al 23% dal 21 e una nuova tassa sulla finanza e un conglamento degli investimenti pubblici. I due maggiori partiti di opposizione hanno preanunciato che sono contrari al'aumento delle tasse.

"Il Portogallo non può mancare i suoi impegni internazionali" ha detto Socrates, riferendosi alla riduzione del deficit e spiegando che gran parte delle misure sono in riduzione della spesa. "Non c'era alternativa", ha detto.

Lisbona ha promesso di tagliare il rapporto deficit/pil al 7,3% nel 2010 e al 4,6% nel 2011 contro il 9,3% del 2009, ma nel mercato c'è timore che gli obiettivi non siano raggiunti.

Forte pressione sui portoghesi è stata esercitata anche dal fronte Ue, dove lo stesso numero uno della Commissione - ed ex premier proprio a Lisbona - Jose Manuel Barroso, ha definito quella di Lisbora "una situazione seria".