Agenzie di rating vanno regolamentate e vigilate - Fmi

mercoledì 29 settembre 2010 17:41
 

WASHINGTON, 29 settembre (Reuters) - Le agenzie di rating sul merito di credito necessitano di una sorveglianza più stretta, perché la loro azione ha un impatto forte sui costi di raccolta di fondi per gli emittenti e può incidere sulla stabilità finanziaria.

E' quanto afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) nei capitoli analitici del World Economic Outlook, che verranno pubblicati la settimana prossima, in occasione degli incontri semestrali del Fondo e della Banca Mondiale.

"I legislatori dovrebbero proseguire negli sforzi per ridurre la dipendenza dai rating sul credito, e, quando possibile, cancellare o rimpiazzare i riferimenti ai rating nelle leggi e nei regolamenti, nonché nelle politiche conseguenti delle banche centrali", si legge nel documento.

Il Fmi spiega che i regolatori dovrebbero rafforzare la vigilanza sulle agenzie, in particolare per garantire che i metodi sono trasparenti e che non esistono conflitti d'interessi.