29 settembre 2010 / 05:42 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 29 settembre

* Il premier Silvio Berlusconi rivolgerà stasera alla Camera il suo discorso programmatico sul futuro della legislatura su cui il governo porrà la fiducia. Nel consiglio dei ministri verrà approvato anche il nuovo quadro di previsione su economia e finanza pubblica. Nei giorni scorsi una fonte ha anticipato che il governo ridurrà la stima sul Pil 2011, attualmente pari all'1,5%, confermando invece sostanzialmente le stime 2010 [ID:nLDE68L1KO].

* Il Tesoro italiano offre oggi al mercato Btp a 3 e 10 anni e un CCTeu per un ammontare compreso tra 5 e 8 miliardi. Ieri lo spread Btp/Bund ha toccato quota 168 punti base, massimo da fine agosto, in una seduta in cui le difficoltà del debito irlandese e il segno meno delle borse hanno alimentato gli acquisti di Bund penalizzando di riflesso i paesi periferici.

* A Bruxelles si svolge la riunione settimanale della Commissione Ue, seguita dalla conferenza stampa del presidente Barroso e del Commissario Rehn alle 12,30. In agenda ci sono anche le misure per la riforma del Patto di Stabilità.

* Viene presentato oggi il bilancio francese del 2011. Secondo un'anticipazione di Le Figaro, il documento fisserà un obiettivo di deficit/Pil del 7,7% per quest'anno mentre resta confermata la discesa al 6% il prossimo. Attualmente il governo indica il risultato atteso quest'anno al 7,8%.

* Dopo l'inatteso balzo fatto registrare ieri dagli indici di fiducia dei consumatori di Italia e Germania, è oggi la volta degli indicatori sul morale delle imprese. Per quanto riguarda il business climate dell'area euro il pronostico degli analisti è un calo a 0,58 da 0,61. L'indice economic sentiment è visto il lieve calo a 101,2 da 101,8. Per l'indice Isae relativo all'Italia l'attesa è invece di una conferma a 100 dal precedente 100,5.

* Negli Stati Uniti persistono le attese per un secondo round di provvedimenti di QE, anche se Sennis Lockahart della Fed di Atlantia ha detto ieri che non sono state ancora prese decisioni al riguardo nonostante i segni di debolezza dell'economia Usa e qualche timore di deflazione.

* I Treasury Usa ieri hanno visto ieri la curva dei rendimento appiattirsi come non accadeva dall'inizio di settembre dopo i dati in calo sulla fiducia dei consumatori che hanno ulteriormente alimentato le attese di nuovi pacchetti di stimolo da parte della Fed. Anche la forte domanda all'asta di ieri su titoli Usa a 5 anni da 35 mld di dollari, parte dell'offerta complessiva questa settimana per 100 mld di dollari, ha aiutato a far salire il mercato, con la parte a lunga che ha visto rendimenti ai minimi di tre settimane. Il decennale benchmark ha chiuso a 101-13/32 in rialzo di 19/32 per un rendimento del 2,464%.

* Il settore manifatturiero cinese torna al suo consueto vigore dopo il rallentamento del primo trimestre. L'indice HSBC Pmi manifatturiero settembre ha mostrato un rialzo a 52,9, il massimo di 5 mesi, dal 51,9 di agosto a riflesso soprattutto di una forte produzione e di nuovi affari.

* Invece in Giappone l'indagine Tankan della Boj tra le maggiori aziende manifatturieri giapponesi ha mostrato un quadro pessimistico circa le prospettive per la prima volta in quasi due anni questo trimestre, nel timore che la forza dello yen possa colpire l'economia. L'indice è salito a 8 nei tre mesi a settembre da 1 in giugno, ma è visto scendere a -1 in dicembre.

* Il capo del Fmi ha detto che non vede rischi di "guerre valutarie" visto che i paesi intervengono per indebolire le loro valute, ma si rende conto che questo è un problema e che il tema delle valute verrà discusso in occasione del meeting del Fmi dell'8-9 ottobre e di quello del G20 in novembre. Ha inoltre detto che i paesi europei devono far posto nel board del Fondo ai paesi emergenti.

* Il dollaro sulla piazza asiatica è sceso sotto 83,68 contro lo yen, il livello più basso da quando la Boj era intervenuta lo scorso 15 settembre.

* Il greggio passa di mano sulle piazze asiatiche sopra i 76 dollari al barile dopo che ieri i dati resi noti dall'Api hanno mostrato un calo delle scorte Usa di greggio e di prodotti da riscaldamento, riducendo un surplus che aveva pesato sul mercato per mesi. Intorno alle 7,30 il contratto a novembre sul Nymex è in rialzo di 31 cent a 76,49 dollari, la stessa scadenza sul Brent sale di 39 cent a 79,10 dollari.

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Isae, fiducia imprese settembre (9,30) - attesa 100,0

* Istat, prezzi produzione agosto (10,00) - attesa 0,2% m/m; 3,8% a/a

* Istat, lavoro e retribuzioni grandi imprese luglio (11,00)

FRANCIA

* Fiducia consumatori settembre (8,45) - attesa -39,0

GRAN BRETAGNA

* Crediti al consumo agosto (10,30) - attesa 0,1 miliardi

GRECIA

* Prezzi produzione agosto (11,00)

PORTOGALLO

* Fiducia imprese settembre (11,00)

* Fiducia consumatori settembre (11,00)

SPAGNA

* Stima prezzi al consumo settembre (9,00) - attesa dato armonizzato 2,10% a/a

* Vendite al dettaglio agosto (9,00)

ZONA EURO

* Fiducia imprese settembre (11,00) - attesa 0,58

* Fiducia consumatori settembre (11,00) - attesa -11,0

* Fiducia economia settembre (11,00) - attesa 101,2

* Fiducia industria settembre (11,00) - attesa -5,0

* Fiducia servizi settembre (11,00) - attesa 7,0

USA

* Scorte Usa settimanali prodotti petroliferi Eia (16,30)

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro offre in asta 2-3 miliardi nona tranche Btp a 3 anni 1/6/2013, cedola 2%), 2-3 miliardi terza tranche Btp a 10 anni 1/3/2021, cedola 3,75%, e 1-2 miliardi settima tranche CCTeu 15/12/2015.

USA

* Tesoro, asta titoli Stato a 7 anni (19,00)

BANCHE CENTRALI

USA

* A Londra intervento Kocherlakota, Fed Minneapolis, sul tema "Back Inside the FOMC" (16,15)

* A New York intervento Rosengren, Fed Boston (19,15)

* A Vineland intervento Plosser, Fed Filadelfia (18,30)

ZONA EURO

* A Milano Bini Smaghi apre lavori di un covegno sull'impatto di Basilea III sulla gestione dell'intermediazione finanziaria (10,30).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below