Btp poco mossi ma spread si amplia,tassi in salita in asta breve

lunedì 27 settembre 2010 13:14
 

 MILANO, 27 settembre (Reuters) - Il Tesoro italiano torna a
confrontarsi con il mercato, dopo il lancio di un nuovo Btp a 15
anni la scorsa settimana, e colloca 12 miliardi tra Bot e Ctz in
una seduta che vede l'obbligazionario in salita in Europa con la
periferia che fatica a tenere dietro ai Bund tedeschi.
 La domanda degli investitori si è rafforzata, in rapporto
all'ammontare offerto, rispetto all'asta di fine agosto,
emissione inaugurale del Ctz agosto 2012, venduto all'epoca per
quattro miliardi e riaperto oggi per tre.
 Il bid-to-cover sul Bot sei mesi (venduto per 9 miliardi
oggi, in linea alle scadenze, e per 9,5 miliardi un mese fa) è
passato a 1,63 da 1,57. Decisamente più attraente il rendimento
che a 1,061%, ha segnato il massimo da maggio. Il mese scorso
invece, il tasso del Buono semestrale era sceso in asta ai
minimi da fine aprile toccando quota 0,958%.
 Tassi in salita anche per il Ctz, assegnato a 1,826%,
massimo da fine giugno, dopo l'1,721% di fine agosto.
 Una nota di UniCredit ricorda come la scadenza di Ctz
settembre 2010 per 16,5 miliardi abbia contribuito ad alimentare
la liquidità a disposizione del mercato.
 "I prezzi d'asta sono stati abbastanza in linea con i prezzi
di mercato, ma i titoli avevano fatto un buon movimento nella
mezz'ora precedente il 'cut off' e hanno tenuto bene subito
dopo", commenta un operatore.
 "Sulla parte brevissima della curva in linea di massima la
volatilità è ridotta, con una buona consistenza di liquidità su
bid e offer", aggiunge.
 Il prossimo appuntamento per il Tesoro è a mercoledì 29
settembre quando saranno in asta tra 5 e 8 miliardi di Btp a tre
e 10 anni e CCTeu.
 "Dopo l'annuncio di un nuovo Btp quella di mercoledì sarà di
certo l'ultima riapertura dell'attuale (Btp) tre anni", commenta
l'operatore.
 Il ministero dell'Economia ha fatto sapere venerdì che nel
quarto trimestre ci saranno nuovi Btp a tre e cinque anni.
 L'offerta di nuova carta italiana, secondo il trader, terrà
sotto pressione gli spread Italia-Germania.
 "Del nuovo (Btp) 15 anni la scorsa settimana sono stati
emessi sei miliardi. Il mercato deve assorbire un bel po' di
carta e questo frena un possibile recupero dell'Italia. In ogni
caso l'allargamento degli spread cui stiamo assistendo è legato
ad acquisti su Germania non a vendite su Italia. L'Italia è
ferma"
 Sugli schermi Reuters il differenziale di tasso tra Btp e
Bund sulla scadenza decennale è passato dai 156 centesimi della
chiusura di venerdì, quando lo spread era salito sino a 167 pb,
a 159 punti base. Lievemente più ampia la forbice sulla
piattaforma Tradeweb dove lo spread quota oggi 163 punti base a
metà seduta da 158 alla fine della scorsa settimana.
 
============================ 12,45 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLZO      131,31  (+0,46)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      116,34  (+0,16) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=RR*   101,15  (+0,02)      1,834% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT*  101,18  (+0,24)      3,892% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   103,39  (-0,24)      4,842% 
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        28                 27
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       111                107
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       159                156
-livelli minimo/massimo           154,9-161,1       154,5-166,8
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      163                158
-livelli minimo/massimo           157,6-165,7       157,2-168,2
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       190                186
BTP 2/10 ANNI                          --                207,8 
BTP 10/30 ANNI                         --                 95,8 
===============================================================
* Quotazioni da circuito Reuters in assenza di scambi su Mts.