Giappone, governo studia manovra aggiuntiva per stimolo economia

lunedì 27 settembre 2010 09:06
 

TOKYO, 27 settembre (Reuters) - Il primo ministro giapponese Naoto Kan ha affidato al governo il compito di preparare una manovra aggiuntiva per l'anno fiscale al marzo 2011, con l'obiettivo di sostenere l'economia. La ha detto Tetsuro Fukuyama, membro di gabinetto.

Fukuyama, parlando ai giornalisti nella sede del partito di governo, il Partito democratico, non ha tuttavia fornito dettagli sull'ammontare dell'intervento.

Nel frattempo il ministro dell'economia Banri Kaieda ha affermato che la Banca del Giappone deve iniziare una discussione interna riguardo la rimozione del tetto autoimposto al possesso di titoli di stato.

"Non penso sia una buona idea discutere dell'estensione dei limiti dopo che questi sono stati raggiunti, la discussione dovrebbe essere iniziata ora", ha spiegato Kaieda.

La banca centrale giapponese attualmente acquista sul mercato titoli di stato a lungo termine per 21.600 miliardi di yen (257 miliardi di dollari) ogni anno.

Kaieda ha aggiunto che l'emissione di nuovo debito pubblico potrebbe essere una delle opzioni in mano al governo per finanziare la manovra aggiuntiva attualmente in fase di elaborazione.