24 settembre 2010 / 15:22 / 7 anni fa

Btp in calo ma spread stringe, focus su Irlanda e Potogallo

 MILANO, 24 settembre (Reuters) - i Btp chiudono in calo una
seduta ancora domintata dal "malessere" di fondo del mercato -
come detto da un operatore - verso la periferia.
 Lo spread Italia-Germania chiude tuttavia in calo rispetto
ai valori di ieri, al termine di una seduta di forte volatilità,
con oscillazioni comprese in oltre 10 punti base.
 "Si è partiti stamattina con la sensazione di un nuovo
allargamento della periferia, poi nel pomeriggio c'è stato il
recupero" spiega un trader. "In questo momento il mercato è
pronto a reagire molto velocemente ad ogni minima indicazione
negativa". 
 La volatilità è stata dettata soprattutto dal Bund tedesco,
in calo dopo l'idice Ifo questa mattinata, poi in risalita, di
nuovo ai minimi nel pomeriggio con i dati Usa sugli ordini di
beni durevoli, infine in parziale recupero dopo i dati
immobiliari.
 A fine giornata il differenziale di rendimento tra Btp
decennale e Bund della medesima scadenza tratta, su schermi
Reuters YLDS5, poco sopra i minimi di seduta: 156 punti base,
contro i 159 di ieri in chiusura e un massimo in mattinata a
167.
 "Il breve ha tenuto meglio, d'altra parte il dieci anni
aveva sovraperformato nei giorni scorsi" nota il trader.
 Al problema della stabilità finanziaria dell'Irlanda, che ha
appesantito il segmento preriferico nei giorni scorsi, si sono
aggiunte oggi le preoccupazioni legate ai conti pubblici
portoghesi.
 Gli spread di Irlanda e Portogallo, a nuovi record in
mattinata, rispettivamente a 449 e 423 pb, ritracciano
parzialmente nel pomeriggio sfruttando la frenata del Bund.
 "Quello di stamane è stato un rally molto forte per il Bund,
non poteva continuare, c'è stata probabilmente qualche presa di
profitto per il weekend" afferma un trader da Londra.
 
 ASTE, TESORO ANUNCIA QUANTITATIVI
 Tra poco, a mercati chiusi, il Tesoro italiano comunica i
quantitativi per l'asta di titoli a medio lungo di mercoledì
prossimo: in agenda la riapertura del Btp giugno 2013, del marzo
2021 e del Ccteu dicembre 2015.
 "Il marzo 2021 tratta negativo a repo in questi giorni"
afferma un operatore. "È abbastanza normale visto che si tratta
di un titolo molto recente e che questa settimana c'è stata
grossa attività sull'Italia, per via di tutta la pressione sulla
periferia, ma con l'asta la situazione dovrebbe normalizzarsi".
 Gli operatori sembrano concordi nel prevedere quantitativi
standard per entrambe le aste, nell'ordine di 2,5-3,5 miliardi
di euro ciascuna. Amche se, si fa notare, il recente
collocamento di 6 miliardi del nuovo 15 anni potrebbe suggerire
qualche limatura verso il basso dei quantitativi.
 
 IRLANDA E PORTOGALLO AL CENTRO DELLA CRISI
 Il presidente della Repubblica portoghese ha convocato per
la prossima settimana i principali partiti politici per un punto
della situazione sui conti pubblici del paese.
 Ieri il governo (di minoranza) ha affermato di dover tenersi
pronto a misure fiscali aggiuntive per centrare gli obiettivi di
deficit 2010 e 2011, ma l'opposizione ha escluso accordi in
tempi brevi.
 Per l'Irlanda, stamane, la Commissione europea ha parlato di
conti pubblici sotto "enorme prerssione" e di situazione
piuttosto "grave", pur ribadendo la fiducia per l'adozione di
misure di risanamento adeguate. Da Dublino il ministro delle
Finanze Brian Lenihan si è detto "preoccupato dell'elevato costo
di finanziamento del debito".
 "Non ci sono vere e proprie ragioni per cui gli spread di
Irlanda e Portogallo debbano sensibilmente allontanarsi dai
massimi, per ora la Bce non fa grossi acquisti di titoli e
probabilmente non si muoverà finchè non ci sarà un allargamento
ancora maggiore".
 Secondo un report di Commerzbank la mancanza di acquisti di
bond da parte della Bce alimenta la speculazione sull'imminente
ricorso dei paesi in difficoltà agli aiuti finanziari europei.
 "L'incertezza riguardo a se e come i fondi verranno
utilizzati manterrà gli spread ancora elevati, anzi potrebbe
spingerli ancora più in alto" ha affermato lo satrategist della
banca tedesca Cristopher Rieger.
 
============================ 17,10 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND DIC.    FGBLZO      131,80  (-0,59)
FUTURES BTP DIC.     FBTPZ0      116,20  (-0,36) 
BTP 2 ANNI (LUG 12)  IT2YT=TT    101,19  (-0,10)      1,813% 
BTP 10 ANNI (SET 20) IT10YT=TT   101,19  (-0,18)      3,891% 
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT   103,28  (-0,37)      4,849% 
 
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        27                 25
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       107                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       156                159
-livelli minimo/massimo           154,5-166,8       153,8-162,9
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      158                161
-livelli minimo/massimo           157,2-168,2       156,6-164,7
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       186                191
BTP 2/10 ANNI                        207,8               211,3 
BTP 10/30 ANNI                        95,8                95,7 
===============================================================




0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below